skip to Main Content

Cosa sapere per realizzare abbigliamento personalizzato efficace

Realizzare abbigliamento personalizzato

La miglior cosa che possa accadere ad un marchio è quella di essere “portato a spasso per la città” ed essere visto da nuovi potenziali clienti. Ecco perché esistono le magliette o le felpe personalizzate (o “brandizzate”). Se le realizzi bene, alla gente piacerà indossarle e ti farà pubblicità gratis senza neanche accorgersene.

Stampare magliette personalizzate, infatti, è un’azione di marketing di stampa molto importante. Per farlo in modo efficace ci sono delle precise regole da seguire.

Se hai necessità di lanciare un nuovo brand o un negozio o se sei un giovane artista in cerca di visibilità, questa guida fa per te perché ti spiega queste regole chiaramente.

Dalla giusta ideazione del logo fino alla scelta dei colori da usare sul tessuto, tante sono le decisioni da prendere sull’abbigliamento personalizzato. Ti diamo una mano a prendere quelle giuste.

Cerca sempre di fare ordini importanti

Tra gli aspetti più importanti dell’abbigliamento personalizzato ci sono i costi. Quando decidi quanti pezzi ordinare non essere tirchio.

Per rendere l’investimento conveniente, infatti, devi spendere di più. Non è follia. Si tratta di semplici economie di scale. Più pezzi stampi meno li paghi a livello unitario.

Ci vuole coraggio e convinzione. Questo strumento di marketing di stampa, infatti, diventa ancora più forte se hai pagato poco il singolo indumento.

E se non sei convinto di affrontare la spesa? Meglio aspettare che fare piccoli ordini che rendono l’intera operazione poco produttiva.

Scegli la qualità dei prodotti in linea con la tua missione della tua azienda

La qualità delle magliette da stampare deve essere ragionata. Ci sono prodotti di tutti i livelli ma il costo non è l’unica cosa che conta. Devi rispettare la tua identità aziendale o corporate identity.

Sincerati di avere sempre una comunicazione credibile.

Se hai un brand di alto profilo, per fare un esempio, non puoi produrre magliette scadenti. Devi puntare sulle polo. Viceversa, se sei un’azienda giovane che “parla” ai millenials, puoi investire meno sul tessuto ma puntare forte sui colori accesi.

Sfrutta gli spazi liberi

Premessa l’importanza di un logo forte (che diamo per scontata), impegnati a lavorare bene con gli spazi vuoti. Una t-shirt è fatta di tessuto, bianco o colorato che sia, e nella progettazione grafica lo devi considerare.

Tra gli errori più comuni nello stampare abbigliamento personalizzato c’è il non dare peso al colore dell’indumento. Interagisce col colore del logo e, a volte, può generare difficoltà di lettura. Se, per esempio, hai un tessuto molto chiaro, evita di usare un logo altrettanto chiaro o si vedrà poco. Stacci attento.

Tshirt tessuto
Sii originale nella scelta dei capi d’abbigliamento

Personalizzare t-shirt è un’azione efficace di marketing stampa ma puoi anche essere più originale. Funzionano molto i cappelli da baseball personalizzati. I giovani li indossano molto.

Rispetto ad altri indumenti, la caratteristica dei cappelli da baseball personalizzati è che ci sono diversi tessuti tra cui scegliere come:

  • cotone;
  • lana;
  • denim;
  • nylon;
  • acrilico.

Valuta attentamente i vantaggi di ognuno ed i costi (che cambiano sensibilmente) incrociando il tutto alla storia del marchio e al pubblico a cui vuoi arrivare.

Cappellino da baseball brandizzato
Scegli l’inchiostro giusto

Un altro passaggio chiave per avere abbigliamento personalizzato che funziona è scegliere l’inchiostro giusto. Un errore in questa fase potrebbe rendere poco visibile (e quindi poco efficace) un buon logo.

Il consiglio è di usare un inchiostro chiaro su una maglietta scura, in modo che le immagini e il testo che metterai saranno ben visibili. Facendo così ti basterà lavorare su due colori, quello della grafica e quello del tessuto, con un grande risparmio.

T-shirt logo bianco
Usa l’abbigliamento personalizzato per portare clienti sul tuo web

Potrebbe sembrare una connessione illogica e invece ha senso. Anzi è proprio la base del successo di una comunicazione integrata tra marketing online e offline. Lavorare bene in tal senso genera fortissime possibilità che la gente faccia quello che tu vuoi (la Call to action).

Prevedi, a tal scopo, un QR code stampato sull’indumento (che è quell’insieme di moduli bianchi e neri che, se inquadrato con un cellulare, porta ad una precisa pagina sulla rete).

Puoi far finire le persone sul suo sito, sui tuoi profili social o su una pagina pensata apposta per prendere i dati che ti servono (quella che nel Marketing si definisce “Landing Page”). Traghettare dal reale al virtuale un cliente può avere tanti vantaggi.

T-shirt QR code
Ricordati che hai poco spazio

Lo spazio per comunicare la tua azienda in una t-shirt personalizzata è davvero poco.

Devi operare delle scelte in base ad una gerarchia visiva di quel che vuoi ottenere da questo strumento di marketing di stampa. “Less is more (meno è più)” dicono i copywriter negli Stati Uniti e vale anche in questo caso specifico.

Ora che hai messo insieme tutte queste linee guida su come realizzare abbigliamento personalizzato, non perderti in qualità. Cliccando qua scopri la nostra offerta in merito. Buon lavoro.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top