skip to Main Content

Supporti rigidi: ecco i migliori materiali per sfruttarli a pieno

Supporti rigidi

Il settore della stampa personalizzata è in forte evoluzione. Grazie al boom delle nuove tecnologie le stampe su adesivo stanno diminuendo mentre stanno prendendo sempre più piede quelle dirette su supporto rigido. Una comunicazione che viene realizzata attraverso speciali stampanti in piano e con tecnologia UV. Una tecnica che utilizza principalmente i seguenti materiali:

  • Polionda;
  • Forex;
  • Dibond;
  • Sandwich;
  • plexiglass trasparente;
  • plexiglass opalino.

Si tratta di una cultura di supporti rigidi che vale la pena farsi per avere tutti gli strumenti giusti per muoversi nella pubblicità al di fuori delle rete

Come usare supporti rigidi nella cartellonistica

Abbiamo visto in quest’articolo quanto la segnaletica (possa aiutare un’azienda, nella pubblicità e nella comunicazione con i clienti e con il proprio personale. L’applicazione di supporti rigidi per cartelli personalizzati si snoda sui seguenti materiali.

Polionda

Si tratta del supporto più modesto tra quelli utilizzabili per la stampa. E’ fatto di materiale plastico con struttura interna alvearata. L’uso del polionda nella comunicazione è nella cartellonistica nei cantieri. Lo puoi realizzare con spessori di:

  • 3mm;
  • 5mm;
  • 20mm.

L’area di stampa massima è 300×200 centimetri

Forex

E’ realizzato con PVC espanso e al suo interno ha una percentuale d’aria più o meno densa. La stampa ha una resa semi mat (opaco) ed è differente dal polionda perché, non avendo la struttura interna ad alveoli, risulta omogeneo e non con la classica visualizzazione a “coste” tipica del materiale precedente.

Lo puoi stampare con gli spessori di:

  • 3mm;
  • 5mm ;
  • 20mm.

L’area di stampa massima è 300×200 cm.

Dibond

Tra i materiali per esterno questi supporti rigidi sono i migliori. Tecnicamente si compone di due lastre di alluminio dello spessore di 2/10 di millimetro e di un’anima interna di polietilene indeformabile.

Le due lastre possono essere:

  • entrambe bianche per stampa su due lati;
  • una bianca e una grigia per stampa su un unico lato;
  • entrambe grigie per altri usi.

Gli spessori possibili del Dibond sono da:

  • 2mm;

L’area di stampa massima è 300×150 centimetri.

Sandwich

Tra i supporti rigidi questo viene usato per piccoli totem interni o per cartellonistica interna, come ad esempio i cartelloni dei supermercati attaccati con lenza. Tecnicamente si compone di un’anima di poliuretano con due lati di forex bianco da 1millimetro.

La finitura della stampa è simile al forex, con la differenza che, a parità di grandezza dell’area di stampa, il sandwich pesa 10 volte di meno, mantenendo comunque un’alta rigidità.

È disponibile nei seguenti spessori:

  • 10mm;
  • 15mm;
  • 20mm.

L’area di stampa massima è 300×200 centimetri.

Ora che hai le idee più chiare su come usare i supporti rigidi nella pubblicità stampata, passa sul nostro sito e scoprirai quante opzioni ti diamo e a quali prezzi competitivi.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top