skip to Main Content

Stampare tesi: ecco le scelte per fare una buona impressione

Stampare tesi

Ti stai per laureare? Tra le incombenze più immediate avrai di certo quella di stampare la tesi. Si tratta di un passaggio quasi epocale per uno studente perché, metaforicamente, chiude il cerchio del lungo periodo di studi universitari. La scelta di come pubblicare una tesi, però, è meno semplice del previsto. Ci sono diverse opzioni da considerare e diversi bivi che puoi imboccare. Siamo qua per darti gli strumenti necessari a muoverti con consapevolezza su questo tema.

La tesi

Cos’è una tesi di laurea? Si tratta di un documento scritto finale in cui lo studente universitario mette in pratica i tanti anni di studi accademici. In Italia si scrive scegliendo una precisa materia del corso di laurea e scegliendo, ancor più nello specifico, un argomento che il titolare della cattedra ritenga interessante approfondire.

Tra le caratteristiche di una tesi di laurea queste sono le più importanti:

  • il lavoro deve necessariamente essere inedito;
  • la lunghezza media non può essere inferiore alle 150 pagine;
  • viene stampata in diverse copie perché l’Ateneo si riserva il diritto di tenere in archivio i lavori dei suoi laureati.

Lo scopo di una tesi di laurea è quello di mostrare alla commissione d’esame che un laureando sia in grado di esporre in pubblico la materia che si è scelto ma non solo. Se un lavoro è ben fatto, è possibile dare un contributo alla crescita della materia. In questi casi, non rari, la tesi viene tradotta in altre lingue e divulgata nella comunità scientifica. Perché?

Perché fa da volano alla carriera del neo-laureato che entra nel mondo del lavoro già con un ottimo biglietto da visita su quello che è in grado di dare.

Ora ti è chiaro perché è importante scrivere una tesi efficace. Considera che anche l’occhio vuole la sua parte, però, per cui inizia a seguire i nostri consigli su quali scelte prendere per stamparla in modo professionale e convincente.

La scelta della carta

La prima caratteristica della carta di una tesi che devi tenere a mente è la grammatura. Cos’è? La grammatura è la consistenza della carta, cioè il peso di un foglio con una superficie di 1mq. Al netto della teoria significa che più alta è la grammatura del tuo foglio e più spesso è. Questo darà a chi sfoglia le pagine una sensazione tattile di un lavoro importante. Se dimostri alla commissione che investi sulla qualità del tuo lavoro, dimostri anche che sei il primo a credere in te stesso.

Altra caratteristica di una tesi di laurea da tenere in considerazione è l’aspetto della carta che può essere:

  • opaco;
  • lucido.

Considera che la carta lucida è usata dalle riviste patinate mentre quella opaca, cioè che non riflette la luce, è utilizzata dai quotidiani. Dipende da te decidere se darti un aspetto più estetico o più istituzionale.

Quale rilegatura avere

Quella della carta non è l’unica decisione da prendere nello stampare tesi. Molto peso si dà anche allo scegliere il colore della rilegatura. In questo caso si tratta maggiormente di gusto personale. I colori, d’altronde, suscitano emozioni in chi li guarda e questo lo affermano da anni importanti studi di Psicologia Cognitiva. Dovresti solo avere le idee chiare su cosa vuoi che provi chi legge il tuo lavoro.

Per darti idee sulla rilegatura della tesi di laurea, ecco le prime 10 soluzioni più usate nel 2018:

  1. similpelle blu;
  2. similpelle bordeaux;
  3. similpelle blu notte;
  4. prestige blu;
  5. similpelle rosso;
  6. similpelle verde;
  7. prestige nero;
  8. effetto telato bordeaux;
  9. effetto telato blu;
  10. effetto telato rosso.

Attenzione, però, perché alcuni atenei danno indicazioni ufficiali sulle rilegature delle tesi di laurea. Può capitare, infatti, che si chieda agli studenti uniformità dei lavori agganciandosi ai colori ufficiali dell’università.

Come scegliere la copertina di tesi

Quest’ultimo aspetto dello stampare tesi cambia molto da situazione a situazione. Alcune facoltà impongono di non usare immagini in copertina e di inserire le informazioni importanti secondo precisi dettami di spazio.

Le informazioni da inserire nella copertina di una tesi di laurea sono le seguenti:

  • nome e cognome dello studente;
  • numero di matricola;
  • Facoltà di frequentazione;
  • materia in cui si fa la tesi;
  • nome del relatore;
  • nome del correlatore.

Se puoi inserire un’immagine nella copertina di tesi ricorda che deve essere:

  • di qualità;
  • d’impatto;
  • pertinente col contenuto del lavoro.

Ora hai i mezzi per muoverti bene nello stampare tesi. Dal nostro sito trovi informazioni sulla stampa effettiva e sui suoi prezzi a seconda delle tue scelte.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top