skip to Main Content

Analisi di un volantino di successo: consigli ed esempi di categorie

Analisi di un volantino

Il tatto è un senso che esercita grande fascino sul nostro cervello. In quest’epoca digitale si dà grande peso alla vista (le immagini sono imperanti) ma sarebbe un errore non considerare cosa proviamo quando abbiamo tra le dita qualcosa. Questo meccanismo piscologico è alla base del successo dell’uso dei volantini nella stampa personalizzata. Nel nostro cervello si accende qualcosa che migliora la capacità di attenzione e, di conseguenza, aumenta le possibilità di memorizzare il contenuto.

Un’analisi del volantino di categoria, però, ti farà comprendere che la materia è complessa. Ci sono delle regole generali ma anche molto cose specifiche a seconda del pubblico a cui rivolgi i volantini (detto anche “target”). Non è uguale parlare con i giovanissimi o con i loro genitori. Il primo passo da fare per fare le cose fatte bene è rispondere a queste domande:

  • Chi voglio che legga?
  • Quale linguaggio usa abitualmente questo target?
  • Quali sono i valori in cui crede?
  • Come posso allettarlo per convincerlo a fare qualcosa che a me serve (cioè a fargli compiere la Call to Action)?

Una volta definito questo primo passaggio dello scrivere un volantino ecco i successivi snodi esecutivi.

Stabilisci quale attività vuoi promozionare

Come abbiamo detto in apertura a questa guida sull’analisi di un volantino, esistono tantissimi sottogeneri. Ognuno di essi ha regole precise su:

  • linguaggio;
  • iconografia:
  • colori del layout grafico;
  • call to Action da richiamare.

Metti a fuoco il settore di competenza del volantino e non uscire mai dai suoi confini. Se credi di dover agire in una zona grigia, scegli di fare due volantini distinti. Non pensare che sia doppio lavoro. Al contrario, fare solo un volantino non definito sarebbe lavoro perso.

Scegli dove fare la distribuzione

Una volta che hai messo a fuoco l’area merceologica in cui stai lavorando e messo a fuoco il pubblico di riferimento, concentrati sui canali distributivi dei volantini. Ci sono:

  • fiere;
  • eventi sportivi;
  • concerti;
  • spettacoli teatrali;
  • centri commerciali;
  • strade ad alta concentrazione di consumatori;
  • workshop universitari;
  • palestre;
  • negozi.

La lista dei posti dove lasciare un volantino non è neanche completa e già vedi quante diverse opzioni hai. Capire in partenza quali strade imboccare non è una perdita di tempo quanto, invece, un modo per non perderlo dopo insieme ai soldi della stampa.

Mantieni costante la semplicità

Se fino a qua l’analisi di un volantino ci ha portato a farti fare scelte precise di nicchie, adesso vai incontro a due regole generali (seppur importantissime). Non importa se parli ai ragazzini o alla famosa casalinga di Voghera. Tutte le persone di tutte le età vanno di fretta e sono distratte. Se vuoi essere notato e, addirittura, letto, è importante che t’impegni a realizzare volantini semplici.

I testi e le grafiche confuse spaventano e chi ha paura non si ferma. Scegli un layout grafico del volantino pulito ed usa i colori giusti. Non solo. Metti da parte la creatività e punta su un testo davvero leggibile. Se le persone non capiscono la frasi della tua promozione, hai perso tempo e soldi. Sii semplice e non smettere mai di esserlo.

Fatti ispirare

Il compito di scrivere un volantino efficace non sembra facile. E’ vero ma non ti devi scoraggiare. Un valido supporto te lo danno le nostre guide ma, soprattutto, te lo danno i tuoi competitor. Cioè? Guardati intorno. Cerca chi fa meglio di te cerca di capire perché. Potresti trovare idee e spunti per prendere poi la tua strada. L’ispirazione del volantino del concorrente è valida ed aiuta la creatività.

Apertura nuovo negozio

Come dimostra quest’esempio di volantino promozionale, è bene puntare un messaggio di novità e bellezza. E’ consigliabile usare colori lucidi e vivaci, preferibilmente con una bella immagine centrata per direzionare lo sguardo sulla bellezza della nuova offerta proposta.

Apertura nuovo negozio volantino
Giardiniere

Si tratta di un mestiere fatto di passione e questo deve passare in modo chiaro. E’ bene avvalersi dell’iconografia della natura tra fiori colorati, alberi e giardini bellissimi. La scelta di un volantino molto visivo è importante.

Giardiniere
Estetista

Stiamo parlando di cura di sé e, quindi, ha grande importanza la scelta della raffinatezza. Potresti impostare un volantino con colori tenui. Non solo. Anche le sfumature dei contorni contribuiscono a dare l’idea di delicatezza della figura femminile.

Estetista
Infermiere

Non ci sono giri di parole o ghirigori di immagini quando si parla di un rema importante come la salute. Qua è bene creare un volantino informativo dove siano chiare le competenze di chi opera.

Infermiere
Fisioterapista

L’uso di elenchi puntati nel volantino è molto utile. Lo è di certo in questo esempio dove si fa la lista dei diversi benefici che questa professione può dare un paziente.

Fisioterapista

Ora che sei giunto alla conclusione di questa analisi di un volantino, è bene che passi all’azione. Alla parte fattiva ci pensiamo noi. Da questa pagina vedi cosa ti offriamo come prodotti e promozioni sulla stampa di volantini.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Back To Top