skip to Main Content

Effetto glitch: come realizzare imnmagini che piacciono ai giovani

Effetto glitch

La pubblicità su stampa personalizzata è ancora molto efficace. Lo abbiamo spiegato dettagliatamente in quest’articolo (LINK). Sempre tra le righe di quel lavoro hai avuto modo di constatare che gli strumenti del marketing di stampa sono tantissimi. Che si tratti di un semplice biglietto da visita o di un elaborato gadget aziendale, ogni promozione ha le sue peculiarità e i suoi linguaggi. Esiste però un filo conduttore. Ogni lavoro in tal senso ha l’obbligo di attirare l’attenzione del cliente.

Ecco perché la comunicazione delle immagini diventa primaria. Dalla scelta di quale usare, al modo in cui vengono trattate fino alla resa su stampa ogni passaggio va curato nel dettaglio. Se ad un primo sguardo non funzioni, verrai gettato nella spazzatura e tutto il tuo sforzo verrà vanificato. In questa guida ti spieghiamo come usare una tecnica che piace tantissimo ai giovani. Se il tuo target è quello, impegnati a realizzare grafiche così.

Cos’è l’effetto Glitch

Si tratta di un effetto che riproduce una distorsione dell’immagine causata da un errore del programma o del sistema. E’ molto amato dai giovani e dai giovanissimi perché riproduce un linguaggio informatico nel quale loro sono nati che si può ritrovare nei fumetti e nei film di fantascienza.

Un esempio su tutti è la protagonista femminile del lungometraggio d’animazione “Ralph spaccatutto” che, non a caso, si chiama proprio Glitch. La riportiamo nell’immagine del profilo col sorriso sulle labbra. Creare l’effetto glitch su un’immagine è più semplice di quanto sembri. Ti saranno sufficienti pochi e semplici strumenti che anche una persona senza esperienza può usare senza problemi.

Scelta dell’immagine

Per avere la massima resa dell’effetto glitch ricorda che l’immagine deve essere:

  • grande;
  • con uno sfondo il più omogeneo possibile.

Per facilitare il lavoro sarebbe utile uno sfondo in contrasto con il soggetto e a tinta unica in questo modo si potrà avere una selezione più accurata.

Come applicare l’effetto

Ora che sai cos’è l’effetto glitch e quali sono le migliori condizioni per applicarlo, passiamo ai fatti. Ti spiegheremo come applicarlo con Gimp che è un programma di photo editing simile a Phoptoshop ma del tutto gratuito.

Ritaglio del soggetto

Per ritagliare il soggetto è necessario cliccare continuamente sui punti in cui vuoi dare i bordi creando così una selezione che li collega tutti. Per compiere quest’operazione:

  • utilizza lo strumento di selezione più adatto (Bacchetta Magica o Forbici Intelligenti, che sono l’equivalente del Lazo Magnetico di Photoshop);
  • scontorna il soggetto;
  • tenendo la selezione attiva, clicca CTRL+C per copiare la selezione;
  • nella barra dei livelli, crea uno nuovo livello ma con il colore di sfondo trasparente;
  • CTRL+V sul nuovo livello, in questo modo la selezione potrà essere ancorata al livello trasparente;
  • elimina eventuali imperfezioni.

Effetto glitch fase 1

Effetto glitch fase 2

Livelli e colori

La modifica dei vari livelli di un’immagine è molto importante per creare l’effetto desiderato. Il colore è basilare in questo processo perché crea l’illusione del glitch. E’ consigliabile rinominare ogni livello quando lo crei per non avere troppa confusione. Poi:

  • copia per due volte lo stesso livello;
  • nel livello più alto, apri il meni “Colori” e seleziona “Bilanciamento Colori”;
  • modifica il colore del livello a seconda delle necessità;
  • diminuisci l’opacità del livello tenendola su un valore tra il 50 e 75;
  • ripeti lo stesso processo con il secondo livello ma usando un colore diverso;
  • sposta i livelli sotto il livello del soggetto non colorato;
  • muovi le immagini in direzioni leggermente diverse rispetto a quella non colorata;
  • diminuisci l’opacità del livello colorato per poter intravedere i colori sottostanti;
  • clicca con il tasto destro sulla barra dei livelli e scegli “Nuovo da Visibile” per creare: un nuovo livello che fonde tutti i livelli visibili.

Effetto glitch fase 3

Effetto glitch fase 4

Glitch

Ora sei giunto all’ultimo passaggio per creare l’effetto glitch su un’immagine. Non ti resta che:

  • selezionare alcuni porzioni del livello “Visibile” con lo strumento selezione rettangolare;
  • aprire il menù “Selezione” e clicca su “Fluttuante”;
  • muovere leggermente in diverse posizioni la porzione di immagine selezionata;
  • ripetere su più punti;
  • copiare il livello “Visibile”;
  • spostare il nuovo livello sotto quello “Visibile”;
  • selezionare Motivi>Stripes Fine;
  • selezionare Modifica e Riempi con motivo;
  • torna sul primo livello in alto e abbassa l’opacità, abbastanza da intravedere le linee;
  • esporta l’immagine.

Ecco cosa vien fuori quando crei un’immagine ad effetto glitch.

Effetto glitch fase finale

Questo metodo è anche usato per rendere più accattivante un testo. Fai le tue prove sui tanti prodotti di stampa personalizzata che offriamo a prezzi competitivi su questo nostro sito.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top