skip to Main Content

Cataloghi: 10 consigli per farli leggere dai tuoi clienti

Cataloghi

Anche se non sei un esperto, c’è una cosa che devi sapere del Marketimg Inbound. Si è ormai scoperto che il percorso di acquisto, cioè l’insieme dei passaggi mentali che portano una persona a comprare qualcosa, è molto più complesso di quanto pensavamo. All’interno di quello che tecnicamente si chiama “il viaggio dell’acquirente”, infatti, ci sono diverse fasi. Prenderne atto è un inizio intelligente per aumentare le vendite. Il passaggio successivo è altrettanto basilare.

Tutte le fasi del viaggio dell’acquirente possono essere ottimizzate usando i giusti strumenti. Vale per le vendite sul web e vale anche per la stampa personalizzata. Ecco perché i cataloghi sono uno strumento molto efficace se usati al momento giusto e se realizzati per rispondere a tutte le esigenze che il cliente ha in quel periodo psicologico. Ti spieghiamo meglio il tema.

Cos’è il catalogo

Partiamo, come sempre, dalla definizione di questo strumento perché questo concetto ti servirà ad individuare il miglior modo per realizzare cataloghi aziendali. eccola:

Un catalogo è un insieme di pagine che raccolgono prodotti, servizi, informazioni e filosofia di un marchio o di una realtà.

E’, quindi, uno strumento promozionale di stampa importante che puoi usare per espletare le seguenti 2 funzioni:

  1. raccogliere ed organizzare tutti i prodotti presentandoli nel modo più accattivante possibile;
  2. guidare il cliente nella scelta della scelta più adatta a lui mostrandogli tutta la gamma possibile di alternative e personalizzazioni.

Per raggiungere questi due scopi è bene che tu sappia cosa scrivere dentro al catalogo e come presentarlo al meglio.

Come fare cataloghi efficaci

La premessa è che un catalogo parla a chi è in cerca di informazioni. Pensa alla tua esperienza diretta. Se ne sfogli uno, è. anche solo per curiosità, per sapere quali prodotti ci sono e come potresti fare un affare. Significa che hai superato il primo scoglio, quello dove potresti non catturare l’attenzione del consumatore. Ecco perché, tra i vantaggi di vendere su catalogo, c’è che puoi dare molte informazioni usando molte pagine. I lettori sono predisposti ai tuoi contenuti.

Cosa scrivere nei cataloghi è troppo connesso a quello che vendi e alle persone a cui vorresti vendere. Diventa difficile fare un discorso generale. Il pubblico del catalogo IKEA non è lo stesso di un catalogo di prodotti di alta tecnologia. Però questi consigli sono validi per ogni tipo di declinazione di questo strumento. Leggili e mettili in pratica.

1 – Lega tutto all’immagine aziendale

Oltre a vendere prodotti un catalogo serve a raccontare il marchio. Per avere un cliente fidelizzato devi creare una comunità e per riuscirci devi far capire chi sei e che storia hai comunicando i valori in cui credi e la missione che persegui. Nel catalogo devi essere coerente come colori e come logo per continuare a mettere mattoni nel tuo palazzo.

2 – Realizza sempre pagine spaziose

La confusione non piace a nessuno. Cerca sempre di impostare il layout di pagina in modo arioso lasciando spazi visivi tra un prodotto e l’altro. Anche il testo, che non dovrebbe mai essere eccessivo, stampalo con un font ben leggibile e dando modo di farlo leggere anche a chi ha una vista meno buona.

3 – Concepisci il catalogo come un unicum

I cataloghi che sembrano una mera lista di oggetti non funzionano. Per legarsi al primo punto, è importante che tu veda l’insieme di questo strumento come un lavoro che ha senso e che sta in piedi da solo. Tutto deve remare in questa direzione, dai font alla scelta della carta.

4 – Considera sempre il tuo lettore

I più grandi studiosi di Scienze della Comunicazione hanno scoperto che un messaggio, per essere compreso, deve considerare il destinatario. Significa che chi scrive ha l’obbligo di considerare il livello d’istruzione e cognitivo del proprio pubblico ed adeguarsi. I cataloghi seguono la stessa regola. Cataloghi di giocattoli parlano a bambini per cui non possono essere complessi né contenere troppo testo.

5 – Scrivi testi efficaci

Abbiamo visto che i testi nei cataloghi devono essere brevi. Non significa che non abbiano importanza. Al contrario, sono essenziali perché devono essere sintetici ma d’impatto. In poche righe devi far capire cosa vendi e spiegare anche perché al consumatore conviene acquistare da te.

6 – Crea cataloghi dalla vita lunga

Se lavori bene, il tempo di vita di un catalogo non è breve. Perché, oltre al singolo acquisto immediato, la persona si tiene in casa questo strumento anche per acquisti futuri. Se ci riesci stai facendo pubblicità efficace per molto tempo. L’utilità di questo è evidente.

7 – Sii sempre semplice

La semplicità paga sempre. Anche se stai realizzando cataloghi molto tecnici e il tuo pubblico è preparato sulla materia, è meglio non complicare la comunicazione. Se immagini e testi sono d’impatto, sei certo di arrivare al target e quindi di investire bene il tuo tempo e il tuo denaro.

8 – Usa solo foto di qualità

Se è vero quanto detto fino ad ora nella lista dei consigli per cataloghi efficaci, le foto devono essere molto belle. Perché raccontano al cliente di te e non puoi apparire come una realtà con pochi soldi e sciatta.

9 – Includi un modulo

Il miglior modo per capire se un catalogo funziona è avere un feedback del cliente. Come? Creandogli l’opportunità di comprare direttamente dal catalogo. Non dimenticarti, però, di metterlo in condizione di desiderare di farlo. Impegnati a dare sconti a chi userà questa strada.

10 – Cura i dettagli

I cataloghi sono prodotti editoriali e non solo cataloghi aziendali. Curali in ogni dettaglio e vedrai che le persone inizieranno a fidarsi di più di te.

Ora sai quello che ti serve di sapere per avere cataloghi efficaci. La qualità la devi pretendere ed ottenere anche in fase di stampa. Te la garantiamo noi con la nostra esperienza, i nostri prezzi e le nostre offerte.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top