skip to Main Content

Cataloghi viaggi: l’arte di vendere sogni su carta

Cataloghi viaggi

Stanno per arrivare le vacanze per molti italiani ma non tutti hanno già deciso la destinazione delle ferie. Il successo dei viaggi last minute dimostra che tendiamo a fare le cose all’ultimo. Un po’ perché viviamo vite sempre più intense e stressanti e un po’ perché ci sono pochi soldi e le offerte speciali sono quasi una necessità per partire. Se hai un’agenzia di viaggi o, comunque, lavori nel settore dei viaggi, sei ancora in tempo per fare buoni affari.

Per riuscirci, non sottovalutare l’impatto della carta sul turista. Il web ha grande peso nel settore del turismo, anche grazie a servizi ormai di uso pubblico come Booking.com e Airbnb, ma ci sono obiettivi che si possono raggiungere solo con i cataloghi viaggi.

Perché usarli

Nulla ti vieta di avere un buon sito e sales-pages (pagine di vendita) ben congegniate sulle singole offerte di vacanza. Commetteresti un errore, però, a non prevedere una comunicazione parallela attraverso la stampa personalizzata. L’investimento di stampare cataloghi da viaggi, infatti, è molto efficace. Averne uno ben fatto tra le mani genera:

  • esperienza tattile che facilita la memorizzazione del tuo marchio;
  • possibilità di passare da persona a persona sulla scia del passa parola;
  • opportunità di essere consultato nei momenti di relax e quindi nei momenti in cui le barriere mentali sono più basse.

Non solo. Il vantaggio di stampare cataloghi di viaggi è che con questi prodotti puoi:

  1. raccogliere ed organizzare tutti i pacchetti presentandoli nel modo più accattivante possibile;
  2. guidare il cliente nella scelta più adatta a lui e alla sua famiglia.

Semplificando il discorso, tu hai la possibilità di far sognare le persone. Se lavori bene, contribuisci a creare il progetto di evasione che lo porterà lontano dalla routine di tutti i giorni. Una grossa responsabilità ma anche un’occasione unica per entrare nel cuore del cliente che molti settori non avranno mai.

Non hai scuse. Devi impegnarti a fare un buon lavoro

Consigli per realizzare efficaci cataloghi viaggi

I cataloghi viaggi sono belli. Come contenuto, colori e qualità della stampa. Se non hai budget sufficiente per ottenere questo risultato, evita del tutto questo strumento del marketing di stampa.

Se, invece, hai capito quanto ritorno può avere quest’investimento, ecco 6 dritte da leggere e seguire.

1 – Assicurati che ci siano tutte le informazioni necessarie

Un catalogo viaggi ben pensato parte dall’idea che i suoi contenuti siano completi. Il tempo che un cliente ti concede leggendoti è prezioso. Non dare mai l’idea di considerarlo tale. Ecco perché ci deve stare dentro tutto quello che un turista cerca e cioè:

  1. un elenco dei pacchetti vacanza con tanto di scheda descrittiva;
  2. fotografie dei villaggi, hotel e resort che tratti;
  3. informazioni sulla tua agenzia viaggi, sulla sua storia e sui suoi contatti.

2 – Usa solo foto di qualità

Se un catalogo viaggio è già di per sé un viaggio, capisci da solo l’importanza di immagini di qualità nel catalogo stesso. Per far sognare devi aiutare “lo spettatore” mostrando scatti unici e realizzati secondo i massimi criteri di qualità. Se risparmi qua, hai perso in partenza. Nessuno vuole dormire in un posto che sembra una topaia.

3 – Imposta una gerarchia dei contenuti

Se le immagini di un catalogo viaggi sono importanti e ricoprono il 70% della pagina, non significa che le parole non abbiano un peso. Anzi. Ci vogliono poche frasi incisive per ogni pacchetto, che siano sintetiche e foriere di tutte le informazioni base.

4 – Imposta una proposta grafica

Ora che hai in mano un bel pacchetto di foto delle località che “vendi” e ti sei chiarito quali sono le cose da dire per ogni pacchetto vacanze, metti tutto insieme in una proposta di layout grafico di catalogo viaggi che sia:

  • chiara;
  • pulita;
  • ordinata;
  • esteticamente emozionante;
  • in grado di far sognare.

5 – Prevedi delle testimonianze

Fare le valigie e partire non è mai facile. Esiste sempre una leggera inquietudine su quello che si troverà all’arrivo. In fondo si tratta di lasciare casa per raggiungere un posto di cui non si sa nulla. Impegnati a diminuire la paura dell’ignoto usando il social proof, cioè usando testimonianze di persone che hanno già fatto quel viaggio. Un po’ come nel passaparola, sarà tranquillizzante per il turista sapere che qualcuno ha già fatto quell’esperienza e che la rifarebbe col sorriso sulle labbra.

6 – Cura con attenzione la revisione

L’ultimo consiglio su come realizzare un catalogo viaggi è di leggere e correggere con precisione la bozza del layout. Una volta andato in stampa, non si potrà modificare. Considera che un refuso di battitura o un’immagine fuori fuoco sono percepiti dal cliente come una bassa attenzione alla comunicazione e, quindi, come un segnale che di te non bisogna fidarsi al 100%.

*** Forse può interessarti anche quest’articolo su come ‎stampare cataloghi aziendali ***

Una volta che hai messo in pratica questi 6 consigli per realizzare cataloghi viaggi, pensa alla qualità della stampa. Ricorda che un catalogo è un sogno e il sogno va alimentato con la qualità. Vieni sul nostro sito per scoprire quali prodotti offriamo in tal senso e a quali prezzi.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top