skip to Main Content

Pieghevoli di successo: 5 consigli per realizzare il tuo

Pieghevoli di successo

Realizzare pieghevoli di successo fa notevolmente aumentare le vendite e la visibilità del marchio. Non è un’operazione semplice ed immediata ma vale la pena conoscere i consigli base su come fare una brochure efficace e prendersi tutto il tempo necessario per poi metterli in pratica.

Prima di iniziare il discorso vero e proprio, però, è bene capire a cosa serve un opuscolo. Si tratta di uno strumento di marketing di stampa che ha il compito di:

  • descrivere in modo chiaro e sintetico la tua attività (storia, valori e obiettivi);
  • raccontare cosa puoi fare per i tuoi clienti (servizi e prodotti).

Grazie a queste due macro funzionalità, più nello specifico un pieghevole ben fatto può fare questo ed altro. E’ in grado anche di;

  • educare i lettori;
  • trasmettere credibilità e autorità alla società;
  • aumentare il pubblico di riferimento;
  • convincere i consumatori ad agire (quindi a comprare).

E’ molto utile in tutte le situazioni di comunicazione ma è indubbio che una brochure sia molto efficace soprattutto se lavori come:

  • negozio;
  • palestra;
  • ristorante;
  • agenzie di viaggi;
  • agenzie di assicurazioni;
  • banca di investimenti.

I pieghevoli di Fasterprint

Un ultimo passaggio da fare prima di leggere i consigli su come fare una brochure è capire quali opzioni hai. Se vuoi realizzare un pieghevole, da noi puoi scegliere tra i seguenti formati:

  • A4, 21×29,7 cm;
  • A5, 14,8×21 cm;
  • A6, 10,5×14,8 cm;
  • A7, 7,4×10,5 cm;
  • 740, 7,4×21 cm;
  • 100, 10×21 cm;
  • 105, 10,5×29,7 cm;
  • 140, 14×29,7 cm;
  • 98, 9,9×9,8 cm;
  • 148, 14,8×14,8 cm;
  • 210, 21×21 cm.

Anche le ante sono personalizzabili partendo da 1 fino ad un massimo di 4. La qualità di stampa dei pieghevoli è in 4 colori su carta patinata opaca. La grammatura è opzionabile tra:

  • 115 gr;
  • 170 gr;
  • 300 gr.

Da questa pagina, comunque, puoi avere accesso a tutti i prodotti di questo tipo e, soprattutto, alle promozioni attive al momento.

Ora hai messo i paletti sui concetti base dei pieghevoli di successo. Ora hai gli strumenti per capire perché per molti grafici creare una brochure di qualità sia una bella sfida.

Di seguito ti riportiamo 5 suggerimenti e trucchi su come ottimizzare una brochure per il tuo marchio.

1 – Metti a fuoco l’obiettivo

Per rendere efficace il design delle brochure aziendali, è importante che tu capisca a cosa ti deve servire. Lo scopo della brochure sarà la direzione da seguire. E’ una charity night? Un concorso? Una promozione? Un evento?

Le informazioni sull’obiettivo dell’opuscolo ti faranno realizzare correttamente il design per esso- per questo è bene che tu te le chiarisca e che le scriva su un foglio bianco per focalizzarle.

2 – Conosci il pubblico di riferimento

Una brochure è uno strumento di comunicazione che veicola un messaggio. Per farlo arrivare ha senso chiarirti a chi lo devi fare arrivare. I pubblici, infatti, cambiano per:

  • genere;
  • fascia d’età;
  • livello medio d’istruzione;
  • bisogni primari.

Solo avendo il profilo del destinatario potrai rendere coerente l’opuscolo per lui dal linguaggio al layout grafico.

3 – Punta sulla creatività

I pieghevoli di successo sono quelli che non vengono buttati via. Per avere questa certezza devi colpire l’attenzione. Ecco perché è una buona abitudine studiare la concorrenza per vedere quali idee forti usano. Non devi copiare.

Si tratta di realizzare brochure originali rielaborando ciò che il mercato propone e mettendoti sopra gli altri o, almeno, in un posto a parte da dove ti si possa vedere. Con elementi come il colore e la grafica puoi fare molto ma anche i testi posso farti notare.

4 – Evita le parole difficili

Come dimostrano alcuni esempi di brochure aziendali, uno degli errori più comuni nel fare opuscoli è non farsi capire. Se vuoi comunicare qualcosa e la persona a cui ti rivolgi non ti comprende, hai perso. La ragione del fallimento, molto spesso, sta nella scelta del registro linguistico.

Impegnati ad usare un linguaggio semplice per essere certo di evitare incomprensioni. Per quanto puoi creare un pubblico preciso, non potrai mai sapere con certezza che livello di studi ha per cui semplificagli la vita e ne trarrai vantaggio tu.

5 – Crea un titolo forte

I pieghevoli di successo sono quelli che convincono le persone ad essere letti. Ci riescono nel giro di pochi secondi. Tutto passa, infatti, dall’impatto del titolo. Se funziona ed incuriosisce, allora l’opuscolo verrà aperto. In caso contrario, il cestino della spazzatura è la destinazione più certa.

Le caratteristiche di un titolo forte sono:

  • attirare l’attenzione;
  • spiegare subito di cosa parla l’opuscolo;
  • stimolare la memoria con giochi di parole;
  • non essere lungo;
  • avere un linguaggio comprensibile a tutti.

Un esempio? “Arrivano gli sconti di Trony e non ci sono paragoni”. Applica ogni singolo punto di sopra e potrai constatare che ci sono tutti.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top