skip to Main Content

Esempi biglietti da visita: segui chi ha avuto successo

Esempi biglietti da visita

I vantaggi e i benefici del biglietto da visita sono innumerevoli. E’ vero che viviamo in un’epoca digitale dove siamo tutti connessi e raggiungibili attraverso i social. E’ vero anche che ognuno di noi possiede smartphone e tablet dove registrare in fretta nuovi contatti. Eppure quello che puoi ottenere con questo strumento della stampa personalizzata è unico.

Perché usare biglietti da visita

Nel tuo piano di comunicazione non puoi evitare di inserire anche i biglietti perché:

  • sono mediamente economici da realizzare;
  • creano un legame emotivo col cliente che li riceve in mano;
  • dimostrano che curi nel dettaglio la tua azienda;
  • consentono al cliente di poterti raggiungere anche se in quel momento non è connesso alla rete e non ha device con sé.

L’unico passaggio chiave su cui è importante concentrarti è il momento della consegna. Se il tuo biglietto da visita attira l’attenzione, il gioco è fatto. Al contrario, finirà buttato nella spazzatura e tu avrai solo sprecato i soldi.

Ecco perché in fase ideativa c’è bisogno di fare qualcosa di stimolante. In questa guida ti aiutiamo noi mostrandoti alcuni esempi di biglietti da visita che ce la fanno.

Coerenza con l’immagine aziendale

Tra gli v questo ti conferma quanto conti presentarsi bene. Se è vero che metaforicamente è come bussare alla porta di qualcuno, datti credibilità. Tutti gli elementi visuali del brand devono essere connessi al biglietto da visita:

  • sito web;
  • loghi;
  • brochure;
  • carta intestata.

Il programma per creare il biglietto

Prima di metterti all’opera assicurati di avere gli strumenti giusti. Di solito si usa Abobe InDesign ma ci sono tanti software gratuiti che trovi in rete. Smanettandoci un po’ sarai in grado di crearti da solo il layout grafico da portare poi in stampa.

I modelli dei biglietti da visita

Il filo conduttore che lega tutti gli esempi di biglietti da visita di successo è l’originalità. Per colpire l’attenzione devi metterti in luce e non lo potrai fare se copi qualcosa che esiste già ed è già stato visto. L’uso dei modelli dei biglietti da visita, quindi, non è consigliabile a meno che non si tratti di uno spunto iniziale da rielaborare.

Il formato giusto

Le dimensioni standard di un biglietto da visita sono 85×55 mm o 75×45 mm. Si tratta di una forma rettangolare ideale per essere infilata in tasca, in borsa o, ancor meglio, nel portafogli. Alcune aziende hanno rinunciato a questo vantaggio puntando a stupire il cliente con un biglietto da visita XXL (LINK) che dia l’idea dell’imponenza del marchio.

La leggibilità delle informazioni

A prescindere dagli esempi di biglietti da visita che sceglierai di usare, ricordati che lo scopo principale di un biglietto da visita è quello di passare al cliente le informazioni utili per contattarti. Ecco perché ogni modello di successo usa font molto leggibile e delle dimensioni giuste per tutti i livelli di vista. Non solo. La grafica ed i colori sono puliti e distinti per non generare confusione. Un testo nero su un fondo grigio scuro, per esempio, sarebbe davvero un errore.

Le informazioni chiave da inserire

Lo spazio a disposizione per fare comunicazione in un biglietto da visita è davvero poco. Quello che non deve mancare è:

  • nome dell’azienda;
  • nome e cognome tuo;
  • ruolo che ricopri nell’azienda;
  • dati per contattarti (telefono, mail).

Tutto quello che non è in questo specchietto stupisce. Mettere il link al tuo canale Youtube, per esempio, potrebbe essere un modo per attirare l’attenzione del cliente. Ragiona su ciò che ti rende diverso dalla concorrenza ed usalo.

Con questi esempi di biglietti da visita hai materiale per darti da fare. Fatti ispirare anche dalle tante soluzioni che ti offriamo da questa pagina dove trovi anche prezzi e promozioni attive al momento.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top