skip to Main Content

7 consigli su come avere un biglietto da visita che funziona

biglietto-da-visita-stampa-online

Avere un biglietto da visita nell’era digitale è ancora importante. Saperlo realizzare in modo efficace diventa essenziale.

Ti è utile se sei un professionista e vuoi creare una rete di rapporti personali. Ti aiuta ad aumentare la tua visibilità con nuovi possibili clienti se hai una web agency. Ti dà modo di dare anche ad un pubblico poco pratico del web le tue informazioni e il modo di raggiungerti se possiedi un negozio.

Il biglietto da visita ha uno spazio fisico molto piccolo dove le immagini (la parte visual) e i testi devono essere equilibrate nel modo giusto. Segui questi 7 consigli su cosa mettere in un biglietto da visita che funziona. Ne resterai subito soddisfatto.

Seleziona in partenza le informazioni utili

Prima di realizzare un biglietto da visita, lo devi concepire. Prendi un foglio di carta e scrivici sopra le informazioni utili della tua azienda. Attenzione. Ricorda che lo spazio è poco per cui cerca di essere sintetico concentrandoti solo sull’essenziale.

Mostra quello che hai scritto sul foglio a qualcuno di esterno per vedere se trova gravi buchi informativi o se invece gli è tutto chiaro. Conoscere troppo bene una realtà aziendale non ti mette in condizione di fare questo lavoro. Inconsciamente potresti dare per scontato qualcosa d’importante.

Di base i dati che non devono mancare in un biglietto da visita sono:

  • nome del brand
  • titolo, nome e cognome;
  • ruolo aziendale;
  • contatti telefonici;
  • email;
  • sito ufficiale;
  • contatti social.

Informazioni base biglietto da visita
Segui l’identità aziendale

Un biglietto da visita è un elemento essenziale della tua identità aziendale (che nel marketing si chiama anche “corporate identity”). Ecco perché, quando concepisci la bozza grafica del biglietto da visita, devi essere certo che ci siano:

  • logo aziendale ufficiale;
  • font delle linee guida;
  • chiarezza di lettura per non confondere chi riceve il biglietto da visita.

Evita di riempire gli spazi

Gestire l’equilibrio tra spazio, testo ed immagini è davvero importante. Le dimensioni del biglietto da visita sono ridotte. Metterci dentro troppe informazioni e troppe immagini è controproducente perché:

  • scoraggia la lettura in chi riceve il biglietto;
  • genera confusione visiva che non mostra la tua identità aziendale;
  • comunica poca professionalità di chi lo ha realizzato male.

Considera il tuo pubblico nella realizzazione del biglietto da visita

Non tutte le aziende hanno lo stesso pubblico. Chiarisciti con chi vuoi parlare per evitare di usare una lingua a lui sconosciuta.

Logo e lettering semplici, puliti e tradizionali, per esempio, possono essere molto apprezzati da professionisti di una certa età che lavorano in settori non particolarmente creativi come, ad esempio, l’alta finanza.

Il discorso è completamente diverso se ci si rivolge a settori artistici come quelli della pubblicità e dell’intrattenimento dei giovani.

Utilizza le rifiniture per distinguerti

Ci sono tanti modi per far risaltare un biglietto da visita. In fase di realizzazione puoi scegliere un design creativo con:

  • angoli arrotondati;
  • fori perforati;
  • dimensioni insolite;
  • scritte in rilievo;
  • lamine e pieghe che possono trasformare un semplice biglietto da visita in una mini-brochure.

Considera un dato importante: circa il 90% dei biglietti da visita che vengono stampati sono di forma rettangolare standard con angoli arrotondati. Se ti discosti da questa percentuale, sarai di certo notato.

Rifletti anche sul fatto che i portafogli sono ideati per le carte di credito e non per i biglietti da visita.

Stupisci con la qualità della stampa

Le cose belle piacciono a tutti. Come avere un biglietto da visita che funziona se non facendolo bello? Si tratta di una strategia più dispendiosa di altre ma gli effetti sono garantiti.

Non dimenticare che la consegna del biglietto da visita può avvenire di persona. E’ intelligente assecondare quest’esperienza tattile unica.

Puoi usare carta con filigrana superiore o stampa del testo in rilievo. Va molto di moda inserire fogli metallici nel biglietto da visita per dare risalto a particolari parti della grafica.

Considera lo spessore della carta

Lo spessore del biglietto da visita è un elemento spesso trascurato quando si tratta di progettare biglietti da visita ma ha grande peso nella qualità della resa finale.  Secondo la Facoltà di Scienze della Comunicazione della Sapienza di Roma, è comprovato che un biglietto da visita sottile viene percepito come economico. Non solo.

E’ più facile che venga danneggiato e che, quindi, si perdano le tue informazioni.  Ecco perché, in connessione col punto precedente, se sei disposto a spendere di più sulla scelta dello spessore della carta per un biglietto da visita, ne guadagni in impatto col cliente.

 

Ora che padroneggi i più importanti consigli su come avere un biglietto da visita che funziona, scopri quante diverse opzioni ti diamo per realizzarlo. Buona scelta.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Back To Top