skip to Main Content

Akzidenz Grotesk: un antico font per manifesti moderni

Akzidenz Grotesk

Il peso delle immagini all’interno della stampa personalizzata è alto. Ma la partita non si gioca tutta là. I testi sono un passaggio importante perché è dove esprimi la Call to Action, cioè dove chiedi al cliente di fare quello che ti interessa che lui faccia. Ecco perché è bene che tu conosca come strutturare un messaggio non solo da un punto di vista contenutistico ma anche da un aspetto squisitamente visivo. Devi saper gestire anche i font. Come? Parti dalle basi.

La storia dell’Akzidenz Grotesk

Si tratta di un carattere tipografico storico che nasce nel 1896 dalla fonderia tedesca H. Berthold AG, a Berlino, in Germania. Non si conosce il nome del reale papà ma è certa la sua funzionalità. Era un carattere di tipo commerciale che veniva usato per:

  • l’editoria;
  • la pubblicità.

Di base era un carattere utilizzato spesso:

  • in grandi dimensioni;
  • sui manifesti;
  • con lo scopo di essere notato dai consumatori di passaggio.

L’uso nel Modernismo

Dopo il suo esordio di successo alla fine dell’Ottocento, l’Akzidenz seppe attraversare la storia. In particolare s‘impose come il font più utilizzato all’interno del Modernismo. La sua natura distaccata, infatti, lo rendeva lo strumento ideale per comunicare l’arte e l’architettura di quel periodo.

Molti graphic designer come Joseph Muller-Brockmann o Armin Hofmann lo usavano costantemente all’interno di quasi tutti i loro manifesti e stampati di qualunque tipo. Tecnicamente veniva molto gradita la versione Bold, per essere messa nei poster come dimostra quest’immagine sottostante.

Poster Akzidenz Grotesk

Le caratteristiche

L’Akzidenz Grotesk font è considerato un carattere asettico, che trasmette emozioni molto posate come ordine e rigore. Non a caso, tra i vari glifi, nessuno spicca o è particolarmente strano. Le sue peculiarità, ovviamente, non si esauriscono qui.

Le lettere minuscole come la “c”, las”, la “a” e la “e” tendono ad essere:

ricurve su se stesse, creando spazi chiusi. Caratteristica probabilmente ispirata dai font Didoniani o Bodoniani (cioè quelli ispirati al Didot o al Bodoni) che andavano di moda all’epoca.

Tra le caratteristiche dell’Akzidenz vanno, poi, poste in rilievo:

  • la “g” minuscola ad occhiello singolo;
  • la “a” minuscola ha un doppio occhiello;
  • la “G” maiuscola ha l’estremità a forma di uncino.

I limiti dell’Akzidenz Grotesk

La bellezza di questo font è l’impatto efficace della sua grafica. Lo renderebbe ideale per attirare l’attenzione dei passanti sempre un po’ distratti ma esistono dei problemi non secondari nell’usarlo ai giorni nostri. L’Akzidenz Grotesk non è un font completo. Vediamo perché.

Innanzitutto si riscontra la totale assenza del vero italic che viene sostituito da un obliquo. La resa è simile ma non uguale e quindi risulterebbe sgradevole associare questo font obliquo ad altri in italic. Poi c’è da confrontarsi con una grande differenza tra maiuscole e minuscole che diventa evidente quando un manifesto è grande. Può essere piacevole per il suo carattere retrò ma anche estraniante sul nome di un’azienda che non vuole vedere “scomposto” il suo nome.

Come usarlo oggi

Se è vero che scrivere un testo elaborato con l’Akzidenz Grotesk è difficile e forse poco producente, esiste una funzione per cui è ancora un carattere appetibile. E’ perfetto per essere usato nei:

  • titoli;
  • loghi.

Questo perché esercita sullo spettatore una chiarezza visiva che l’Helvetica o l’Univers non hanno. Non a caso, quando un logo è sia visivo che testuale, è quasi sempre la scelta più gettonata. Guarda in quest’immagine il confronto tra due testi e constata con i tuoi occhi quali sono i vantaggi dell’Akzidenz Grotesk.

Akzidenz Grotesk

Ora che sai quanto possa essere letto un tuo messaggio usando l’Akzidenz Grotesk come font, è importante che tu comprenda che le tue azioni devono sfociare nel raggiungimento di un obiettivo. I più importanti di essi a cui puoi ambire sono i seguenti:

  • vendere un prodotto e/o un servizio;
  • far conoscere un marchio;
  • trasmettere valori di un’azienda;
  • raggiungere nuovo pubblico.

Considera, infine, che l’Akzidenz Grotesk rende al massimo sui manifesti e noi te li facciamo stampare al meglio con le diverse opzioni che leggi in questa pagina.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top