skip to Main Content

Sans Forgetica: arriva il font facile da memorizzare

Sans Forgetica

Alla base della stampa personalizzata cosa c’è? C’è la necessità di un’azienda di essere ricordata da un cliente al momento dell’acquisto. Facciamo un esempio spicciolo ma utile per capire bene la questione. Se sono un marchio di pasta, è importante che una persona si ricordi di me e della mia affidabilità quando sta nel supermercato davanti al mio scaffale. Questo presume un concetto importante: quello che dici deve essere facile da ricordare.

Ecco perché la parte testuale di tutti i prodotti del marketing di stampa deve essere concepita secondo i dettami delle principali tecniche di memorizzazione. Scrivere uno slogan bomba è inutile se nessuno se lo ricorda. In questo senso il Visual Marketing lavora costantemente. L’ultima grande novità è il font Sans Forgetica. Cioè?

Cos’è Sans Forgetica

Si tratta di un font studiato per ricordare meglio ciò che si legge. In pratica è un font che garantisce a chi lo usa un livello alto di attenzione del lettore e tutto quello che ne consegue. Entrando nello specifico, è un carattere tipografico ribelle, che stravolge alcune regole del type design per raggiungere il suo scopo.

La sua storia dice che è stato creato da una squadra interdisciplinare di designer e ricercatori australiani del Royal Melbourne Institute of Technology (RMIT), dalla School of Design e Behavioural Business Lab. Quello che è venuto fuori è frutto di un lavoro interdisciplinare.

La caratteristica del Sans Forgetica è che mette insieme teorie psicologiche e principi di design per aumentare sensibilmente la difficoltà nella lettura e, di conseguenza, aumentare la memorizzazione. Cioè? Siccome il font è difficile da leggere, chi si sforza di farlo poi se lo ricorda.

Come funziona

Il funzionamento del sans Forgetica lo spiega il type designer Stephen Banham con queste parole:

E’ un font anticonvenzionale che non si basa sulla chiarezza e sulla bellezza estetica. Applica, invece, un principio psicologico noto come difficoltà desiderabile, in primo luogo rendendo le lettere uniche. Questo avviene grazie alla sua particolare inclinazione all’indietro, verso sinistra, decisamente inusuale per un font dedicato alla lettura.

Un’altra particolarità del Sans Forgetica sono i caratteri incompleti del font che Banham fotografa così:

le lettere formano una sorta di puzzle che rallenta la lettura, costringendo il lettore a completare mentalmente le forme ‘rotte’ secondo il principio di chiusura. I lettori in questo modo si soffermano più a lungo su ogni parola, dando al cervello più tempo per impegnarsi in un’elaborazione cognitiva più profonda, aumentando così la conservazione di tali informazioni.

Come funziona Sans Forgetica

Il processo psicologico

Cosa succede nella mente quando l’occhio s’imbatte nel font Sans Forgetica? Succede che il cervello conserva le informazioni e le richiama tramite i ricordi. Quindi il lavoro degli scienziati è stato impostato proprio su questo richiamo.

La soluzione è la commistione di discipline, che ha portato alcuni cambiamenti alle classiche regole di type design. Un esempio? La pendenza del sans Forgetica è verso sinistra mentre di solito nel corsivo si è abituati a vederla verso destra. Considera che in tipografia gli unici nomi scritti con pendenza verso sinistra sono quelli dei fiumi sulle cartine!

I risultati dei test

Hai visto quanto conti scrivere qualcosa che venga memorizzato ed hai anche visto come il font Sans Forgetica ci riesca. Ad affermarlo, però, non sono voci di corridoio di addetti ai lavori ma test scientifici universitari. L’efficacia del Sans Forgetica si basa su precisi presupposti. Quali?

Una ricerca in cui la squadra ha creato 3 font diversi con diversi gradi di difficoltà. Questi sono stati sottoposti a 400 studenti universitari australiani, che hanno partecipato a un laboratorio e a un esperimento online condotto proprio dal Behavioural Business Lab di RMIT. Cosa è emerso? Secondo gli psicologi cognitivi, a parità di tempo di lettura, sono maggiori le informazioni immagazzinate leggendo brevi testi scritti con questo font per la premessa espletata in apertura. I giovani hanno impiegato più tempo a leggere ma ora lo sforzo ha fatto sì che si ricordino di più quel che hanno letto.

Gli scopi

Proprio per quanto detto fino ad ora, il Sans Forgetica è ideale per:

  • piccole frasi;
  • citazioni;
  • informazioni schematiche.

In pratica è il font perfetto per la stampa personalizzata. Dai volantini alle brochure, dagli adesivi al packaging. E’ il font che dà peso alla parte visual, davvero importante per le vendite, come dimostra questo nostro articolo su 3 esempi di rebranding di successo.

Ora che sai come essere letto e memorizzato grazie al Sans Forgetica, passa sul nostro sito a scoprire in quali strumenti del marketing di stampa far comparire il tuo messaggio. Là fuori c’è un pubblico che ti aspetta.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top