skip to Main Content

Psicologia del Colore: il significato dei colori applicato al Marketing

Psicologia del Colore uomini

Abbiamo visto come gestire il colore nella grafica. Avere nozioni base sulla Psicologia del Colore, però, è ancor più importante. Ti aiuterà ad applicare meglio i nostri consigli e a realizzare grafiche in grado di attirare l’attenzione dei clienti e spingerli a fare quello che ti serve facciano (cosa che nel Marketing si chiama “Call to Action”).

Il colore è un elemento fondamentale nella strategia di marketing. Non è solo efficace per aumentare le vendite. Se usato bene, può aiutare a creare una relazione con il consumatore. Perché? Se hai un legame con lui, hai anche:

  • la sua fiducia;
  • le informazioni su come soddisfare i suoi bisogni;
  • elementi per creare un dialogo che ti renderà più facile le vendite future.

Tutto questo percorso, che gli esperti di Marketing Inbound definiscono “Viaggio dell’acquirente”, inizia attirando l’attenzione. Ecco che entra in gioco il colore, strumento essenziale per raggiungere questo scopo. Tutto questo è talmente importante che è studiato dagli psicologi in una branca i cui concetti chiave sono questi.

Colori e conversioni

Alla base delle ricerche della Psicologia del Colore c’è la definizione del significato dei colori. Ognuno di noi, quando guarda un colore, prova un’emozione. Alcune di esse sono personali, perché sono legate al proprio vissuto. Altre sono comunemente riconosciute. Vediamo come funziona questo processo di conversione.

Quando osservi un prodotto, la prima cosa che ti colpisce è il suo aspetto visivo. Ha un’influenza di gran lunga maggiore rispetto a quello che provi al tatto (toccandolo) o all’odore (annusandolo. Perché? Perché puoi percepirne le caratteristiche visive da lontano mentre per tastarne la consistenza o sentirne l’odore devi davvero starci vicino. Questo è anche alla base della comunicazione del marketing di stampa.

Un volantino o una brochure possono raccontare un prodotto o servizio ma senza averne la fisicità. La partita, quindi, si gioca tutta su quello che vedono gli occhi. Grande peso nel match ce l’ha il rapporto tra colori e personalità che riesci a dare nella tua comunicazione.

Un solo dato per confermarti quanto appena detto. L’utilizzo del colore aumenta dell’80% il riconoscimento del marchio. Chi non associa il rosso alla Coca-Cola? Chi non pensa alla Benetton quando vede il verde acido?

Caratteristiche dei colori

La cosa più importante che ha scoperto la Psicologia del Colore è che:

“ogni spettro cromatico ha delle proprie caratteristiche che vengono riconosciute da tutti gli appartenenti a una determinata cultura. Non sono universali perché non sono caratteristiche innate, ma sono divenute convenzionali grazie ai vissuti condivisi dei gruppi umani

Risulta pertanto basilare che tu conosca il significato dei colori per usarlo al meglio per ottenere quello che vuoi. Ecco ciò che è emerso dai test della Psicologia del Colore in merito:

  • giallo: piace ai giovani ed infonde ottimismo per cui è usato spesso nell’allestimento delle vetrine;
  • rosso: trasmette energia e urgenza ed è alla base delle vendite promozionali dello Scarcity Marketing;
  • blu: instilla in chi lo guarda un senso di sicurezza e fiducia per cui viene scelto spesso nei santini elettorali durante le campagne politiche;
  • verde: associato alla natura e quindi alla salute, viene spesso adoperato per farci rilassare;
  • arancione: essendo un colore aggressivo è perfetto per stimolare in modo netto le Call to Action e invitare quindi all’acquisto;
  • rosa: concettualmente è nel nostro immaginario romantico e femminile e per questa ragione si usa con un pubblico femminile;
  • nero: ha una tonalità potente ed elegante e per questo è alla base dei prodotti luxury;
  • viola: sa calmare e rilassare ed è usato spesso nei prodotti di bellezza e contro l’invecchiamento.

Le applicazioni del colore

La Psicologia del Colore viene letta e sostenuta perché quel che scopre aiuta il marketing. Se i colori suscitano emozioni, possono anche causare determinati tipi di comportamento d’acquisto. Chi compone biglietti da vista, volantini ma anche roll-up e locandine non può ignorare questo concetto.

Quello che è emerso fin ora è che:

  1. il rosso, il giallo e il blu sono perfetti per stimolare nel cliente un acquisto d’impulso;
  2. il verde e il celeste sono associati ad un acquisto basato sul risparmio;
  3. il rosa e il bianco panna hanno influenza sull’acquirente tradizionale: spesso sono utilizzati nel settore dell’abbigliamento.

Facciamo quale esempio punto su punto:

  1. questi colori sono spesso presenti nei fast food e negli outlet dove i giovani amano stare;
  2. queste tonalità, invece, abbondano in istituti di credito e agenzie assicurative;
  3. questa scelta viene perseguita nel settore dell’abbigliamento classico o da cerimonia.

Il sesso del colore

Può sembrare assurdo ma la Psicologia del Colore ha scoperto anche che uomini e donne non hanno gli stessi gusti cromatici.

Le donne

Stando al significato dei colori, il gentil sesso ha a cuore:

  • il blu;
  • il viola;
  • il verde.

Invece sono poco graditi:

  • l’arancione;
  • il marrone;
  • il grigio.

Psicologia del Colore donne

Gli uomini

Il sesso forte ama:

  • il nero;
  • il rosso
  • il bianco.

L’unico colore che sembra poco amato dagli uomini è il viola.

Psicologia del Colore uomini

Stai comprendendo quanto la Psicologia del Colore possa influire sulle tue vendite e, più in generale, sulla tua strategia di marketing? Prenditi tutto il tempo necessario per capire quale colore ha il tuo business e poi vieni da noi. Dal nostro sito puoi trovare tutti i prodotti di marketing di stampa che ti offriamo e i prezzi competitivi a cui puoi averli.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top