skip to Main Content

Ecco perché usare il Guerrilla Marketing anche in Italia

PERCHÉ USARE IL GUERRILLA MARKETING ANCHE IN ITALIA

A volte succedono cose strane in giro per la città. Cose che colpiscono l’attenzione e finiscono con l’essere condivise spontaneamente dalla gente sui social (diventando contenuti virali). Spesso, però, non c’è nulla di casuale dietro questi fatti ma solo la bravura di chi sa usare il Guerrilla Marketing.

Flashmob, sticker attaccati in luoghi curiosi, camion trasformati in enormi barrette di cioccolata… non c’è limite a quel che può fare questo nuovo modo di fare marketing se non la tua creatività. Ti affascina?

In questo guida ti daremo consigli su come fare Guerrilla Marketing in modo efficace senza spendere soldi inutilmente. Tra idee e spunti, avrai in mano strumenti per fare marketing di stampa diverso.

Se devi lanciare un nuovo prodotto o un nuovo brand, se vuoi attirare l’attenzione della gente su un certo evento o se sei un artista in cerca di maggiore visibilità, ecco una check-list delle migliori strategie di Guerrilla Marketing.

Il Gurerrilla Marketing è una strategia di vendita fatta d’idee.

Per capirlo bene partiamo dalla definizione tecnica che ne dà il marketing:

E’ un modo per ottenere visibilità per il tuo marchio o i tuoi prodotti saltando nelle trincee con modi creativi per catturare l’attenzione in posizioni specifiche offline

Detto in modo più semplice, significa fare pubblicità in un modo così originale che il pubblico non è più sicuro se si tratta di pubblicità o di qualche espressione artistica. Il successo del Guerrilla Marketing è proprio questo.

Se funziona, aggira le difese cognitive del cliente che memorizza più facilmente il contenuto della pubblicità e, spesso, lo condivide gratuitamente fattivamente sui suoi canali social.

Lo vuoi fare anche tu?

Crea un negozio pop-up

Va molto di moda negli Stati Uniti ma in Italia lo fanno ancora in pochi. Si tratta di produrre materiale stampa del tuo brand da posizionare all’interno di un negozio più grande.

Aprire un negozio nel negozio, che poi è un corner, dà l’idea di novità ed attira la curiosità della gente verso cui è più facile direzionare azioni di marketing di stampa tipo volantini, brochure o biglietti da visita.

Negozio Pop-up
Regala prodotti sul territorio

Regalare gadget del tuo brand funziona molto perché la gente ama le cose gratis e non le percepisce come pubblicità. Il consiglio è di essere il più possibile creativi nella scelta dei gadget da dare.

Per esempio una coperta di pile (tipo quella della Aperol in foto) o un burro di cacao personalizzati col marchio dell’azienda in inverno saranno più utili (e quindi graditi) di una brochure classica.

Una regola del Guerrilla Marketing è che più ti discosti dal prodotto che vendi e più l’azione di comunicazione funziona. Il consumatore non si sente minacciato da una pubblicità diretta ed abbassa le difese cognitive.

Coperta Aperol Spritz
Invadi lo spazio con gli sticker

Produrre sticker creativi è un’ottima azione di Guerrilla Marketing. Non solo perché una grafica eccentrica e colorata attira l’attenzione della gente. Conta tantissimo l’uso che farai dell’adesivo.

Cerca di individuare luoghi frequentati dal cliente per comunicare con lui in modo inatteso. Bagni universitari, discoteche, centri commerciali, palestre, vetrine di ristoranti. Arriva dove sta abitualmente chi vuoi colpire e colpirai.

Come usare gli adesivi nel marketing
Sfrutta le bacheche pubbliche con i poster

Investire nelle affissioni pubblicitarie ha un costo. Gli spazi della cartellonista, infatti, si affittano e non sempre a buon mercato. Invece ci sono tantissimi spazi pubblici gratuiti dove puoi prevedere la tua presenza in modo che ci sia un forte impatto senza aprire il portafoglio. Bacheche universitarie, vetrine di bar, muri delle palestre…

Impegnati ad ideare locandine creative e vedrai che non verrai staccato da qualche studente annoiato. La risposta all’azione che speri di far fare al possibile cliente è più alta in questo caso. Perché il soggetto chiamato in causa non si sente in dovere di difendersi ma ha la sensazione di aver letto informazioni importanti per lui.

Pubblicità su carta stampata
Lavora sulle piccole comunità

La forza del Guerrilla Marketing è che penetra molto bene in piccole comunità. Non ti devi spaventare se la gente a cui rivolgi la tua pubblicità ti sembra poca. Non lo è affatto.

Devi considerare l’alta penetrazione del marketing di stampa nelle piccole comunità dove l’azione del passaparola può essere dirompente. Un esempio? Lavorare su una precisa facoltà universitaria per un prodotto giovane può essere un’ottima palestra.

Fornisci strumenti utili

Tutti amano ricevere regali. Ancora di più tutti amano ricevere gratis qualcosa di utile. Ecco perché è un’ottima strategia di Guerrilla Marketing quella di regalare un oggetto personalizzato col tuo marchio utile.

Un classico esempio di gadget da Guerrilla Marketing è il calendario da tavola in omaggio a dicembre ma puoi (e devi) essere più creativo.

Un altro esempio? In Olanda un’importante azienda tecnologica, la cui identità d’azienda punta molto sul rispetto dell’ambiente, ha regalato sacchetti di bulbi di papaveri. La bellezza di un fiore ma ancora vivo. Per amore del cliente e del nostro pianeta.

Prendi una posizione sociale precisa

Il punto sopra si lega a questo. Il coraggio crea ammirazione. Impostare un’identità aziendale secondo una filosofia etica rende molto efficace il marketing offline.

Un bellissimo esempio l’ha creato un’azienda francese di lampade che, con l’arrivo del Natale, ha scelto di personalizzare felpe per i clochard. Facendo così, i senza tetto hanno avuto indumenti caldi contro il freddo e il marchio ha girato tra gente del posto. Non solo. I media hanno anche parlato di questa curiosa iniziativa.

Come hai visto, molti sono i prodotti di pubblicità su carta stampata che si possono usare per fare Guerrilla Marketing. Scopri sul nostro sito come li facciamo noi, con qualità e ad un prezzo competitivo.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top