skip to Main Content

Nuovo logo Volkswagen: ecco tutte le novità interessanti da copiare

Nuovo logo Volkswagen

Per capire l’importanza di un logo in un’azienda è sufficiente seguire questo filo logico. Tu hai necessità di vendere e di farlo sempre di più. Per riuscirci devi entrare in contatto con nuovi clienti. In questo, la stampa personalizzata ti aiuta molto. Te lo spiega nei dettagli quest’articolo sul perché fare marketing di stampa nell’era digitale. Per rendere efficaci gli investimenti della tua stampa personalizzati, però, devi assicurarti di catturare l’attenzione del consumatore e spiegarli in poche righe perché meriti la sua fiducia. Il marchio fa tutto questo insieme.

Ecco perché merita massima attenzione nella sua creazione ma anche massima attenzione nella sua rivitalizzazione. Questa seconda possibilità si chiama “rebranding” ed offre diversi vantaggi e benefici. Se ti interessa approfondire il tema, puoi leggere questo nostro articolo. Di seguito, però, potrai cogliere i concetti base e studiare il caso del nuovo logo della Volkswagen.

Perché fare rebranding

Le ragioni per cui ha senso impegnarsi nel cambiare look ad un marchio sono diverse. Secondo gli esperti del Visual Marketing l’obiettivo della rivitalizzazione di una marca è duplice ed è così visibile:

  • aumentare le vendite;
  • innalzare il valore del brand.

Tutto questo si raggiunge con un aumento di visibilità e con un innalzamento della qualità percepita dal cliente. Un classico esempio di motivo per fare rebranding è un’azienda di merendine che si rifà il look per comunicare la sua svolta bio negli ingredienti usai.

Un rebranding è meno costoso e meno rischioso dell’introduzione sul mercato di una nuova marca. Per farti capire definitivamente la questione, rispondi a questa domanda:

  • E’ più economico e semplice ristrutturare casa o cercarne una nuova da comprare?

Il nuovo logo della Volkswagen

Analizziamo la case history della nota azienda tedesca che produce automobile e che è presente in 14 paesi con oltre 195.000 dipendenti che producono veicoli per clienti in oltre 150 nazioni. L’imminente lancio della Volkswagen ID3, un’auto elettrica, ha creato l’esigenza di snellire il logo tradizionale. L’obiettivo principale è stato chiaramente dichiarato: alta riconoscibilità del marchio nei media digitali. Vediamo come.

I colori

La prima novità del nuovo logo della Volkswagen è di carattere cromatico.

Fino ad oggi, il logo è stato blu e bianco. Ora viene ora aggiunto un nuovo tono di blu che dà modo di avere ulteriori varianti di colore. Poiché l’applicazione digitale con interfacce semplici e intuitive è diventata estremamente importante, il logo verrà posizionato in modo flessibile con la nuova “griglia mobile” in futuro.

Il design

Nel nuovo logo della Volkswagen resta invariata la struttura sovrapposta “VW” perché è la storia dell’azienda e modificarla sarebbe stato stolto. Il passo in avanti è più sofisticato: c’è un passaggio a linee sottili che trasforma davvero l’aspetto del logo.

In questo modo si nota come la doppia W si distacchi dal cerchio, cosa che in precedenza creava una simmetria perfetta degli elementi. Il distacco potrebbe dare al cliente un senso di innalzamento. Graficamente quel distacco crea un respiro nella parte bassa spostando il peso verso l’alto e la dinamicità delle linee dà quasi l’impressione che il logo stia per decollare. Un rebrand Volskwagen semplice ma incisivo.

Questo nuovo approccio e la presenza della griglia fa in modo che le due lettere non saranno più al centro di ogni cosa ma dove il cliente le vorrà mettere. Psicologicamente significa che l’azienda fa un passo indietro e si mette del tutto al servizio dei consumatori. Lo dimostra anche la scomparsa del famoso claim Volskwagen ” das auto!” (che significa “la macchina!”) sempre anche scandito negli spot televisivi da una potente voce maschile. Dopo lo scandalo della frode sulle emissioni diesel si fa un atto di umiltà.

Nameless

Il nuovo logo della Volkswagen si accoda al recente ed efficace trend grafico dei loghi nameless di cui abbiamo scritto qui. L’assenza del nome dell’azienda rende tutto più pulito e consente al marchio di imporsi con la sua storia. Chi vede quelle due semplice lettere già sa con quali valori ha a che fare e con quale know-how.

Considerazioni finali

La forza del nuovo logo della Volkswagen e, più in generale, di tutte le azioni di rebranding, è connesso all’esito dell’intera operazione di marketing. Se il mercato delle auto elettriche e, più nello specifico, della Volkswagen ID3, prenderà piede, tutto andrà per il meglio. In caso contrario questa semplicità verrà accusata di essere sciatteria e si tornerà nel mondo tridimensionale che ha scandito gli ultimi decenni dell’azienda teutonica.

Se questa storia sul nuovo logo della Volkswagen ti ha ispirato, continua a nutrire la mente facendo un giro sul nostro sito dove vedrai tutti i prodotti di stampa personalizzata su cui potrai applicare il tuo rebranding. Buon lavoro.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top