skip to Main Content

Marketing offline: perché e come usarlo per guadagnare di più

Marketing offline

La pubblicità online sta crescendo molto. I soldi che ci si investono sopra sono sempre più efficaci. Tuto questo non significa, però, che il marketing offline debba morire. Ci sono diverse ragioni per continuare a fare pubblicità sulla carta e sono tutte ragioni che si intersecano col web.

Quello che in pochi sanno è che dietro all’exploit del marketing offline ci siano proprio le tecnologie. Il loro sviluppo, infatti, offre nuovi strumenti del marketing di stampa e nuovi modi di applicarli. Viviamo tutti in rete e fuori di essa. Sarebbe incompleto non considerare una delle due parti.

Lo stato attuale della tecnologia

Per capire da dove prende le mosse il marketing offline moderno è bene capire a quale punto stiamo con le tecnologia. L’esempio perfetto per capire tutto questo sono i nuovi schermi di Piccadilly Circus a Londra. Si tratta di una rete di telecamere in grado di individuare l’età e il sesso dei passanti.

Di certo la ragione di questo ammodernamento è principalmente legata alla sicurezza e alla necessità di tenere a freno gli attacchi terroristici all’Europa. Però offre anche l’opportunità di personalizzare il messaggio pubblicitario in base ai singoli consumatori.

In sintesi, il vantaggio della tecnologia nella pubblicità è che il messaggio promozionale è sempre più targettizzato, e cioè spezzettato e personalizzato in base ai diversi pubblici. L’efficacia di un prodotto proposto a chi ne ha veramente bisogno è completamente diversa rispetto ad un approccio generalista del tipo “sparo sulla folla e chi prendo prendo”. Questo si declina anche nel marketing offline. I dati che ottieni dal web li puoi e li devi applicare anche nella stampa personalizzata.

Un esempio di pubblicità offline ti farà capire meglio. Se hai la necessità di stampare un volantino che parla sia agli studenti sia ai liberi professionisti, il consiglio è do farne due. Proprio come si fa con le campagne Facebook, è bene creare un messaggio a target anche nel marketing di stampa. Tutto insieme confonde e la confusione non porta mai a vendere i prodotti.

I risultati del marketing offline

Rispetto alla pubblicità online, in teoria, il ROI (che è il Ritorno dell’Investimento), è più difficile da calcolare. Solo in teoria però. Sono stati creati degli strumenti per calcolare il ritorno d’investimento della promozione offline che sono molto efficaci. I più utilizzati sono i seguenti:

  • utilizzo di un codice scontopersonalizzato per calcolare quanto il rientro;
  • richiesta di cartoline di ritorno in cui si chiede al consumatore una recensione sull’acquisto;
  • biglietti da visita da spuntare per fotografare le abitudine del cliente.

Questi sono solo degli spunti ma la stampa personalizzata sa perfettamente come conoscere chi “la usa”.

Sponsorizzazioni Sportive

Un canale poco noto del marketing offline sono le sponsorizzazioni sportive. Rispetto ai vari volantini, manifesti e opuscoli hanno tutti altri costi ma anche l’impatto non è confrontabile.

Innanzitutto si tratta di una pubblicità modulare. Non devi per forza iniziare con uno sport principale né con una squadra di prima fascia. Ci sono tante sponsorizzazioni di sport minori che offrono opportunità di visibilità. Per esempio una squadra di pallanuoto di A2 si rivolge ad una comunità di 200/300 persone ottime se vuoi aumentare le tue vendite.

Poi va detto che parte come pubblicità fuori dalla rete ma ritornare al web è semplicissimo. Pensa alle immagini che i tifosi condividono sui social e ai video virali che puoi creare. I principali modi di sponsorizzare una quadra sono:

L’intervista a Diegoli

Per mettere definitivamente a fuoco l’importanza del marketing offline, riportiamo uno stralcio dell’intervista che Gianluca Diegoli ha rilasciato a Kinsta. Il guru del marketing e del SEO così risponde a questa domanda.

Quanto sono propense le aziende italiane ad investire in un serio piano di marketing online e offline?

Le situazioni sono molto differenti. Ci sono casi di grandi aziende dove la performance online viene vagliata attentamente, anche se spesso in modo poco integrato, a silos, tra marketing, comunicazione, CRM, ecc. Nelle PMI è il contrario: la maggior parte non ha un piano di investimenti nel marketing, e nemmeno nell’online, molto spesso si usano gli strumenti in modo estemporaneo e scollegato da un piano generale. In generale l’Italia non ha mai avuto aziende basate sul marketing, ma solo e sempre sul prodotto. Poi ci sono bellissime eccezioni, che nascono spesso dall’illuminazione e dal “buttare il cuore oltre l’ostacolo” di singoli imprenditori o manager.

Ora hai ben chiara l’efficacia del marketing offline. Ricordatela quando crei il budget pubblicitario per la nuova stagione. Fatti un’idea ancora più precisa venendo a vedere i prodotti ed i prezzi che ti offriamo per una stampa personalizzata di qualità.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top