skip to Main Content

L’importanza dell’identità d’azienda nella pubblicità su carta stampata

Importanza dell’identità d’azienda

Ti è mai capitato di riconoscere una pubblicità della Benetton solo dal suo colore verde acido? E di aver capito che una scarpa fosse Nike solo dalla presenza del “baffo”? Merito di identità di azienda chiare e ben realizzate.

Se stai creando un’azienda (anche piccola) o sei un libero professionista che vuole mettersi sul mercato, investi tutto il tempo necessario per creare la tua identità (che il marketing definisce anche “corporate identity”).

Avere una solida identità d’azienda è la base concreta per rendere efficaci tutte le tue strategie. Se ben gestita, l’immagine aiuta la tua pubblicità a funzionare.

Se dietro la realizzazione di un volantino di successo ci sono tanti aspetti da considerare, pensa a quanto sia ancora più importante avere una visione complessiva coerente e di punta per tutto il tuo marketing.

Cos’è un’identità aziendale

La definizione d’identità aziendale dice che:

riguarda principalmente l’immagine dell’azienda, le associazioni positive che i clienti hanno con lei e il modo in cui viene ricordata

Una corporate identity si crea rispondendo in modo preciso a 3 domande:

  1. Quali benefici offri al cliente?
  2. All’interno di quale scala di valori fai business?
  3. In quale modo agisci nel mercato rispetto al resto della concorrenza?

Esempio d’identità aziendale

Per capire l’importanza dell’identità aziendale un esempio concreto ti aiuterà.

Concentriamoci sull’Apple:

  • il suo logo: la famosa mela morsa è riconoscibile in tutto il mondo anche senza alcun testo;
  • i suoi colori: il bianco professionale è un messaggio preciso di professionalità e ricerca costante nella tecnologia;
  • i valori: ai suoi clienti offre prodotti futuristici in grado di fare cose prima di allora impensabili;
  • il suo motto: è racchiuso nel plot “Think different” che comunica a tutti la voglia di spingersi sempre oltre;
  • la sua particolarità: rispetto alla concorrenza si impegna a garantire una qualità dei materiali e del design molto sopra la media.

Tutto questo rende di successo (o “killer” come dicono nel marketing) la comunicazione dell’azienda fondata da Steve Jobs e rende efficace anche la più semplice pubblicità su carta, se realizzata secondo questa precisa identità aziendale.

Come creare una corporate identity

Il più grande vantaggio di un’identità aziendale ben fatta è che sarai facilmente riconosciuto dai clienti nel mercato in operi. Se lavori bene prima, ottieni molto dopo. 

Ecco 11 utili consigli. 

Parti dalla creazione del logo 

Il logo è l’aspetto più visibile dell’identità aziendale ed è la prima impressione del cliente. Per essere efficace un logo deve seguire queste caratteristiche:

  • diversificare chiaramente l’azienda dalle altre (il “baffo” della Nike è una firma unica);
  • dare colori identificativi alla tua realtà (il rosso della Coca-Cola è un messaggio preciso);
  • promettere benefici al cliente (la mela della Apple promette tecnologia all’avanguardia). 

Per constatare l’efficacia di un logo molti scienziati della comunicazione sottopongono test visivi a giovani consumatori. Tutte le aziende che hanno lavorato bene in tal senso vengono riconosciute velocemente e senza margine di errore. 

logo
Cura sempre la coerenza 

Una volta che hai creato il logo devi stare attento ad usare sempre gli stessi elementi grafici nel tuo marketing web ma anche di stampa. Anche piccole modifiche di font o di colore possono generare confusione nel consumatore che non riesce ad affezionarsi alla tua storia e, di conseguenza, non riesce a memorizzarti.  

Prevedi di applicare l’identità ad ogni aspetto della tua comunicazione

Alcuni pensano che la corporate identity sia solo una questione di logo. E’ un errore. Se strutturata sulle 3 domande esposte sopra, si deve applicare a:

  • sito web;
  • social network;
  • biglietti da visita;
  • volantini;
  • etichette adesive;
  • cartelline;
  • espositori.

Solo imparando a gestire una comunicazione integrata potrai sfruttare a pieno i vantaggi di avere una chiara identità aziendale.

Fai in modo che la tua azienda sia sempre distinta dalla concorrenza

Non copiare. Nella memoria del cliente andresti ad occupare uno spazio che è già preso quindi non saresti memorizzato. Concepire il logo, e con esso la corporate identity, non serve a nulla se rischi di assomigliare a qualche altra realtà del mercato.

Che sia nel nome, nel claim o nello stesso visual, devi costantemente monitorare i concorrenti per evitare sovrapposizioni. Se la tua identità è simile a quella di un’altra azienda, non ci sono vincitori o vinti ma solo danni per tutti.

Il cliente va di fretta e, quando è confuso, non perde tempo a capire come risolvere il problema. Va altrove.

Comunica onestamente col cliente

A nessuno piace essere preso in giro. Il livello di diffidenza del cliente è alto, ci sono molte offerte e non tutte sono sincere. Imposta la creazione della tua identità sull’onestà. Se nel breve, infatti, una furbizia porta vantaggi, alla lunga ti crei una reputazione sbagliata che non potrai più modificare. Quello che prometti nel tuo mondo lo devi poter realizzare.

Il punto in comune di tutte le identità aziendali di successo è la capacità di farsi vedere professionali dai clienti, i colleghi del settore e gli investitori.

Stupisci con i colori

Distinguersi dalla concorrenza è la base per avere successo nel mercato. I colori ti possono aiutare molto. La facoltà di Psicologia Cognitiva dell’università Bicocca di Milano spiega che l’occhio registra informazioni prima dal colore che dalle parole.

Abbinare due colori improbabili o scegliere un pantone fuori dal comune possono essere strategie per catturare l’attenzione del cliente al primo colpo.

Logo colore

Crea linee guida della tua identità aziendale

Non rischiare di buttare via un buon lavoro di creazione dell’identità aziendale. Cerca di prevedere le situazioni a rischio. Non è detto che la comunicazione sia sempre gestita da te in prima persona ma la qualità può essere identica se le regole sono chiare.

Scrivi un documento in cui specifichi:

  • dove posizionare il logo sui biglietti da visita;
  • quali sono le dimensioni accettabili sotto cui non scendere;
  • quanto spazio libero lasciare intorno al logo;
  • quale font usare per creare testo;
  • quali valori seguire (ad esempio Ikea cerca di tutelare l’ambiente usando materiali riciclabili).

Racconta la tua storia

Un consumatore deve sapere chi sei. Questo non significa che conosce solo il tuo nome ma anche la tua storia. Se fanno parte di una narrazione, le persone si sentono parte di una famiglia.

Se non hai ancora una storia tua perché sei in una fase di start-up, nessun problema. Puoi raccontare le storie di chi sta contribuendo alla nascita del brand e puoi condividere i loro sentimenti e le loro speranze.

Questo è un ottimo modo per trasmettere i valori che compongono la corporate identity che rimarranno nella riconoscibilità della tua realtà. Un esempio classico di questo punto è Giovanni Rana, che mischia la sua vita con quella del suo marchio.

Brand identity
Prevedi un pacchetto iniziale per lanciare la tua identità d’azienda

Il lancio di una strategia di comunicazione efficace deve essere forte come la strategia stessa. Crea uno starter pack della tua identità aziendale che includa:

  • biglietti da visita;
  • espositori;
  • penne customizzate;
  • chiavette USB brandizzate;
  • brochure.

Usa solo immagini professionali

Un altro classico errore nella gestione dell’identità aziendale è cercare il risparmio. Magari hai speso molto tempo e molte risorse nella fase d’ideazione dei prodotti e dei servizi ed ora sei tentato di arrangiarti. Non lo fare.

Essere percepiti come professionisti passa anche da piccolo cose. Usa solo immagini non sgranate e illuminate bene. Cerca di dare sempre al cliente la sensazione che dall’altra parte non ci siano persone superficiali.

La credibilità del marchio pone le basi necessarie affinché un’azienda possa espandersi in nuovi mercati e aumentare i profitti.  Un rapporto di McKinsey & Company mostra che i marchi forti sono più ricordati dai consumatori del 20% rispetto ai marchi deboli.

Cerca di essere originale

E’ ovvio che il giusto logo, i colori ben ideati e le applicazioni pratiche corrette sono la base per una solida identità d’azienda. Non basta però. Cerca sempre nuove idee.

Dimostrare di usare la testa dà ulteriore credibilità nei confronti del cliente ed aumenta il valore della ricerca, da sempre amato dalla gente come dimostra Apple.

Un esempio di originalità nel creare un’identità aziendale? Comunica il tuo marchio su Bloc Notes che regali ad una conferenza.

Ora che conosci l’importanza dell’identità aziendale, devi rimboccarti le maniche anche facendoti ispirare da quante cose puoi fare con noi in tal senso leggendo la pagina dei prodotti che offriamo.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top