skip to Main Content

7 consigli per diventare grafico e farti la stampa personalizzata da solo

diventare grafico

Sei vuoi far crescere i tuoi guadagni, un buon inizio è ottimizzare gli investimenti pubblicitari. Per quanto buoni siano i tuoi prodotti e i tuoi servizi, è importante farli conoscere al pubblico nel modo giusto. L’esempio classico è il best-seller che non diventerà mai tale se resta chiuso nel cassetto. In quest’ottica di spending review i soldi da mettere nella stampa personalizzata non solo non si devono tagliare ma devono aumentare. Il risparmio, invece, lo trovi se ti impegni a diventare grafico in prima persona.

Perché diventare grafico

I vantaggi di essere grafico non sono solo legati al web. Oltre a siti, gestione dei social network e delle email commerciale, infatti, ci sono tanti strumenti del marketing da stampa da sfruttare. I principali modi di fare pubblicità off-web sono:

  • biglietti da visita;
  • volantini;
  • flyer;
  • cataloghi;
  • manifesti;
  • locandine;
  • coupon sconti.

Ognuno di essi ha le sue regole e i suoi linguaggi ma il filo comune che li lega tutti è che c’è bisogno di un lavoro grafico per crearli e mandarli in stampa. Diventare grafico, quindi, vuol dire gestire in prima persona la creazione della pubblicità e della sua uscita sul territorio. Ipotesi affascinante ma anche impegnativa.

Come diventare grafico

Ecco 7 consigli per diventare grafico in modo efficace.

1 – Sii informato

Per diventare grafico il web è una risorsa preziosa. Impara a cercare i tutorial su come impaginare un file e creare i vari livelli e potrai avere un insegnante sempre pronto a farti rivedere la lezione che non hai capito. Crea una lista di blog preferiti sul tuo settore dove ogni mattina devi soffermarti per leggere le novità tecniche più rilevanti e farle tue.

2 – Cerca sempre nuovi stimoli

Tra le caratteristiche di lavorare da grafico c’è che non si tratta di un lavoro squisitamente tecnico. La creatività prende un’importante fetta del tuo progetto e tenere la luce accesa non è sempre semplice. Ecco perché devi lavorare sulla testa cercando continuamente nuove sfide. Copia i primi della classe datti nuovi obiettivi da raggiungere. Migliorando ogni giorno eviterai la noia e la mente sarà sempre pronta a sfornare nuove idee.

3 – Non perdere la fiducia

Questo consiglio è valido in tutti i campi della vita ma diventa primario se vuoi diventare grafico. I tuoi competitor faranno di tutto per tirarti giù, denigrando costantemente il tuo lavoro. Non solo. Spesso i clienti scontenti attribuiscono tutte le colpe di un fallimento a te per non pagare in prima persona i risultati scarsi. Non ti far deprimere e non credere di non saper lavorare bene se sei convinto delle idee. A volta un volantino non funziona proprio per colpa di quel che si propone. Anche se fatto nel modo corretto, alle persone potrebbe non interessare lo sconto o il servizio che proponi.

4 – Mettiti nella testa degli altri grafici

Un modo per ottenere risultati è allenarsi bene. Lo sanno bene nel mondo dello sport ma vale anche se vuoi diventare grafico. Leggi e studia tutte le case-histories che ti capitano sott’occhio e chiediti come avresti agito tu. Soltanto creando simulazioni potrai fare training della tua professionalità e del tuo impiego. Un esempio? Il successo della grafica della pasta Rummo, di cui abbiamo parlato qua, è una fonte di tante riflessioni.

5 – Porta sempre con te biglietti da visita

I motivi per cui sono ancora molto efficaci i biglietti da visita nell’era digitale li abbiamo spiegati in quest’articolo. Nel caso specifico del diventare grafico ti devi ricordare che le occasioni di business non sono preventivabili. A volte un potenziale cliente lo puoi trovare al bar mentre prendi un caffè e ti ritrovi a raccontare del tuo lavoro ad uno sconosciuto. Non perdere l’occasione di creare link avendo sempre a portata di mano il tuo biglietto.

6 – Crea e tieni aggiornato un portfolio

Creare un portfolio clienti è un ottimo modo per mostrare a nuove persone interessate alla tua professionalità cosa sai fare. Chi vuol diventare grafico, però, deve anche considerare che si tratta di un modo per avere sotto agli occhi tutti i lavori sfornati. Solo così ti raccapezzerai sulle tue doti e potrai andare dove ancora non sei stato.

7 – Metti a fuoco le tue abilità

Diventare grafico significa saper fare questo mestiere in autonomia. Questo, però, non significa che le cose ti verranno allo stesso modo sempre. Il lavoro visual ha tantissime sfaccettature: ci sono i font, i testi grafici, i layout, i flyer e così via. Inizia a capire cosa ti viene meglio e spingi fino a fondo l’acceleratore. Così diventerai il numero uno in quella voce.

Ora non ti resta che seguire i 7 passaggi per diventare grafico di te stesso e partire in autonomia con la tua pubblicità su stampa personalizzata. Gli strumenti te li realizziamo noi. Dal nostro sito potrai vedere tutto quello che ti offriamo e i prezzi vantaggiosi a cui potrai averlo.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top