skip to Main Content

Critiche sul lavoro creativo: come farle e come affrontarle nel modo giusto

Critiche sul lavoro creativo

Servono le critiche nel lavoro creativo? Dipende ma generalmente no. In questa guida ti dimostriamo quanto conti sapersi approcciare nel modo giusto a chi sta lavorando alla comunicazione. Perché è importante mettere a fuoco la miglior strategia e per poterci riuscire è altrettanto importante poter apportare cambiamenti in corso. Però attento. La materia è tutt’altro che semplice tanto che esistono libri di testo sul tema ed una serie di consigli fattivi che ti riportiamo qua.

L’importanza del piano di comunicazione

Non perdiamo occasione per ricordare che la pubblicità su carta stampa personalizzata è ancora molto efficace anche in quest’era digitale e lo puoi scoprire facilmente leggendo quest’articolo. Le opzioni del marketing di stampa, però, sono molteplici e stabilire quali siano più efficaci per te è importante. Ecco perché devi muoverti a calendarizzandare un piano promozionale e dividendolo in base a quello che vuoi fare.

Un esempio di piano di comunicazione che funziona analizza:

  • il periodo di tempo della durata;
  • gli strumenti usati (come ad esempio biglietti da visita, flyer, calendari, ecc);
  • il budget da investire;
  • l’obiettivo da raggiungere;
  • il pubblico a cui rivolgersi.

Effetto delle critiche

Ci sono molti studi di Psicologia sugli effetti delle critiche sulla psiche del professionista. Per quanto diversi siano gli approcci iniziali di queste ricerche, tutti i risultati finali concordano sul fatto che le critiche:

  • feriscono chi li riceve;
  • generano un sentimento di risentimento verso chi le fa.

Questo dimostra che l’obiettivo di migliorare un lavoro non si raggiunge per questa via. E’ lecito e giusto voler alzare l’asticella della qualità di un layout grafico ma è importante non perdere mai di vista il fatto che un professionista è anche un essere umano. Quello che nel settore si chiama “il capitale umano”, infatti, deve essere trattato in modo diverso. Ci vuole un approccio trasversale che non leda alcuni sentimenti e, di conseguenza, aumenti la redditività. Come? Attraverso questi procedimenti chiari.

Come fare critiche sul lavoro creativo

Credi che una comunicazione possa essere migliorata? Credi che la strada intrapresa non sia quella giusta? Credi che ci sia un modo migliore per attirare nuovi clienti? Ci può stare ma muoviti nel modo giusto. Le critiche sul lavoro creativo è meglio farle così.

Tutto parte dal libro “Come trattare gli altri e farseli amici” di Dale Carnegie che sul tema dice:

La critica è inutile perché pone le persone sulla difensiva e le induce immediatamente a cercare una giustificazione. È inoltre pericolosa perché ferisce l’orgoglio di chi la riceve, la fa sentire impotente e suscita risentimento.

I testi di riferimento

Il testo di Carnegie spiega che la strada per avere efficaci critiche sul lavoro creativo è cambiare diametralmente il punto di vista. Questo genera questi due principali consigli su come criticare un creativo:

  • concentra la tua attenzione sugli aspetti positivi del lavoro per usarli per migliorare quelli meno forti. Facciamo un esempio per farti capire bene. Potresti dire: “in questo aspetto X sei stato particolarmente bravo e accurato e se riesci ad applicare la stessa dedizione anche negli altri aspetti Y e Z, verrà un lavoro splendido!”. Questo non fa indispettire come una frase tipo “sinceramente non mi piace per niente l’aspetto Y e ancora meno quello Z”;
  • mai criticare in pubblico. Perché, in pubblico, devi fare i complimenti e, solo privatamente, puoi fare notare gli errori o le cose da migliorare. Questo modo di ricevere critiche sul lavoro creativo fa piacere a molti perché “i panni sporchi si lavano in casa”.

Come reagire alle critiche

Se ti è chiaro fin qua quanto detto sulle critiche sul lavoro creativo, concludiamo la guida illustrandoti anche come reagire quando sei dall’altra parte della barricata e cioè quando le cose che non vanno bene le fanno notare a te. E’ basilare che evitare di:

  • arrabbiarti, perché genereresti solo attrito con la controparte;
  • abbatterti, perché non avresti le energie per arrivare alla soluzione,

E allora cosa fare per fare tesoro delle critiche sul lavoro creativo? Devi essere assertivo, e cioè accettare le critiche e darti da fare per risollevarti.

Adesso lo spinoso tema delle critiche sul lavoro creativo ti più chiaro. Torna dall’astratto al concreto facendoti un giro sul nostro sito per vedere quali prodotti di stampa personalizzata offriamo e a quali prezzi.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top