skip to Main Content

Ecco gli errori da evitare per diventare creatore di loghi efficaci

creatore di loghi

In ogni cosa ci vuole un centro attorno a cui ruoti tutto. Nella pubblicità, sia essa sul web o su stampa personalizzata, questo centro si chiama logo. Perché è importante? Perché è fattivamente la rappresentazione grafica di un’azienda o anche di un’organizzazione, un individuo o, più semplicemente, un prodotto. Non è un caso che gli esperti di Marketing lo definiscano la base della tua identità aziendale.

Proprio su questo tema ti suggeriamo il nostro articolo sulla corporate identity. Si tratta di concetti base sui loghi che diventano ancor più preziosi se sei in una fase di Start-up, e cioè se stai per dare vita ad un’azienda o un’attività nessuno ancora sa chi sei e come vuoi operare.

A cosa serve un logo

Prima di entrare nei dettagli dei consigli pratici per diventare un creatore di loghi, è bene chiarirti l’utilità di questo strumento. Puoi usarlo per farti:

  • conoscere;
  • riconoscere;
  • ricordare;
  • contattare e cercare.

E’ logico, quindi, che più aumenta la visibilità del logo e più facilmente le persone riescono a:

  • memorizzarlo;
  • identificarcisi;
  • ricordarsi dell’azienda;
  • darti un’immagine seria e professionale.

Ecco perché l’utilizzo di un logo nella comunicazione aziendale è onnipresente. Dai gadget aziendali fino alla pubblicità più standard come cartelloni, cataloghi o volantini.

Gli errori da evitare

Hai capito quanti vantaggi avrai nel diventare creatore di loghi per la tua comunicazione. Qua ti spieghiamo quali tranelli ci sono in questa pratica e cosa devi stare attento ad evitare assolutamente.

Uso eccessivo dei colori

Colorato è bello, stra-colorato no. Ci sono diversi studi che dimostrano l’influenza del colore sull’emotività umana. Se vediamo il rosso, per fare un esempio pratico, ci scaldiamo o ci allarmiamo a seconda dei contesti in cui è usato. Questo spiega perché sia meglio un logo colorato rispetto ad uno monocromo. Ma attenzione.

Le persone detestano la confusione. Quando un’immagine risulta troppo densa, o più semplicemente troppo pasticciata, la nostra mente non la decodifica ma, anzi, scappa. Ecco perché un buon creatore di loghi sa quanto è importante dosare l’uso dei colori in un logo.

Scelta di immagini di bassa qualità

La risoluzione di un logo deve essere alta. Ti abbiamo già spiegato che lo dovrai usare ovunque e, quindi, deve avere la qualità giusta per essere messo sul web (dove non si richiede un rate elevato) ma anche, per esempio, su una maglietta, dove invece servono dimensioni enormi. Non risparmiare sull’immagine del logo o pagherai quest’errore per tutta la tua pubblicità su stampa personalizzata.

Acquistare immagini in alta risoluzione ha un costo ma è un investimento che ti consigliamo di fare. Pensa alla brutta figura di avere un logo sgranato. Il cliente ti percepirebbe come una realtà non professionale. Ancor più sbagliato è rubare immagini. Prima o poi la cosa uscirebbe e tu potresti aver buttato via i soldi di un’intera campagna.

Creatività standard

La prima funzione di un logo è quella di attirare l’attenzione e farsi ricordare. Va da sé che un creatore di loghi efficace punti tutto su un’idea forte. Non è semplice averla ma è indubbio che un’immagine, per essere compresa e memorizzata; debba essere:

  • semplice;
  • d’impatto;
  • comunicativa;
  • esteticamente bella;
  • estremamente riconoscibile.

Impegnati molto in tal senso. Fatti ispirare da loghi famosi e di successo e cerca di capire perché funzionano. Non è un caso che abbiamo scritto un articolo su come copiare in modo efficace in pubblicità.

La strada da creatore di loghi è spianata. Non ti resta che iniziare ad immaginare in quanti modi potrai applicarla facendoti un giro sul nostro sito tra i tanti prodotti di qualità e le tante promozioni a cui puoi averli.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Back To Top