skip to Main Content

Come creare un codice sconto: 5 cose da sapere per aumentare le vendite

Come creare un codice sconto

Come creare un codice sconto? E’ un concetto che devi conoscere se hai intenzione di vendere anche sul web (facendo quindi eCommerce). Perché gli italiani amano trovare prodotti e servizi a prezzi ridotti. Psicologicamente un cliente che ha la sensazione di “aver fatto un affare” è un cliente felice. Perché? Perché ognuno ha a cuore solo il proprio interesse.

Il trend dei codici sconto è in forte ascesa nel nostro paese. Lo dimostra una ricerca della piattaforma Piucodicisconto.com, leader del settore. Nel 2018 gli italiani che hanno usato un voucher sconto per acquisti online sono aumentati del 43%. Andando più nello specifico, la percentuale sale al 64% se si sta nella fascia d’età tra i 18 e i 30 anni.

Dietro la logica del marketing dei buoni sconto c’è la voglia di attirare nuovi clienti. Questo meccanismo funziona molto bene nelle grandi città dove la connessione è più veloce. Sempre secondo la ricerca appena citata, infatti, è emerso che:

  • Roma ha 1 milione di amanti del risparmio;
  • Milano 950mila;
  • Napoli 244mila.

Se spostiamo il discorso a livello regionale, stiamo sempre in queste tre zone ma con:

  • primo posto alla Lombardia (con 1,5 milioni di utenti);
  • secondo posto al Lazio (con 1 milione);
  • terzo posto alla Campania (con 458mila utenti).

Ora che hai questi numeri in testa, è bene che tu metta a fuoco i concetti chiave su come creare un codice sconto. Vedrai aumentare le tue vendite in modo molto veloce.

1 – Cosa sono i codici sconto

Si tratta di codici alfanumerici che, inseriti all’interno di un apposito box di testo, in fase di pagamento, consentono a chi acquista di ottenere un ribasso del prezzo.

Esempi di codici sconto comuni sono:

  • spedizione gratuita;
  • sconto fisso o in percentuale sul prezzo finale;
  • prodotto omaggio;
  • garanzia allungata di 12 mesi.

Alcuni studi di Psicologia Comportamentale hanno dimostrato che chi possiede un buono sconto è spinto 6 volte di più all’acquisto rispetto all’utente che ne è privo. Si tratta di una Call to Action fortissima.

2 – Quando fare gli sconti

Il periodo dell’anno in cui è più efficace creare codici sconto è il Black Friday. In quel giorno sono stati registrati circa 1 milioni di utilizzi di voucher per eCommerce. Questo giorno lo abbiamo importato dagli Stati Uniti ed è esattamente 24 ore dopo il Giorno del Ringraziamento.

Il marketing dei buoni sconto invita, poi, ad agire sotto feste natalizie. La gente ha bisogno di fare regali ma ha anche bisogno di far quadrare i conti. Quando un prezzo ridotto sposa un’esigenza reale di una persona, il successo è garantito.

Esperti di Marketing Inbound, infine, sostengono che sia efficace dare buoni sconti ai clienti durante:

  • i Saldi Online;
  • il Cyber Monday.

In Italia, nel 2018, questi due giorni hanno rispettivamente avuto 240mila e 180mila utilizzi di voucher.

3- Come usare il marketing di stampa con i codici sconto

Gli strumenti del marketing di stampa sono molto utili per usare al meglio un codice sconto. Una volta generato l’alfanumerico, infatti, bisogna comunicarlo al cliente.

Un messaggio non è funzionale se non arriva al destinatario. Ecco perché è importante abbinare una campagna di marketing di stampa all’emissione dei codici sconto.

Come creare un codice sconto, quindi, se non promuovendolo con:

  • gift card (come nella foto della guida);
  • volantini;
  • brochure;
  • flyer;
  • sticker personalizzati.

Si tratta di supporti cartacei dove stampare il codice sconto da usare. Un voucher, infatti, viene piegato e conservato dal cliente oppure viene passato di mano in mano se ha voglia di fare qualcosa di gradito a qualcun altro.

4 – I vantaggi di usare buoni sconto

Il vantaggio di stampare su carta i codici sconto è notevole:

  • aumenta la visibilità del tuo marchio che viene portato in giro (il tuo logo compare nel flyer che viene messo in tasca);
  • migliora la percezione che il cliente ha di te (i regali sono sempre molto amati).

Non solo. Più in generale i buoni sconto sanno:

  • creare un tam tam mediatico in rete che può aumentare il traffico organico al tuo sito (se gli sconti sono davvero buoni, le persone se lo diranno);
  • fidelizzare i clienti (se le tue condizioni premiano “l’anzianità” di un acquirente dandogli graduali voucher).

Se hai voglia di toccare con mano quanto funzioni lo strumento del buono sconto, frequenta colossi dell’eCommerce come Amazon e vedrai da solo quanto è usata questa strategia. Anche noi ci crediamo molto al punto di aver previsto saldi primaverili sui nostri prodotti.

5 – A chi può interessare

Ora che hai capito perché fare buoni sconti nell’eCommerce, chiariamo quali categorie possono approfittare di più di questo beneficio:

  • store di elettronica e tecnologia;
  • brand di abbigliamento;
  • artigiani e artisti che vogliono vendere nel mondo;
  • qualsiasi tipo di negozio online.

Ora che sai come creare un buono sconto, decidi dove stamparlo facendo un giro sul nostro sito per vedere tutti i nostri prodotti e le occasioni a cui puoi averli.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top