skip to Main Content

Come copiare in modo efficace in pubblicità per non perdere soldi e tempo

Come copiare

Come copiare? Lo devi sapere se hai intenzione di fare marketing di successo. Può sembrarti una dichiarazione folle o, almeno, eticamente ingiusta ma in realtà è tra le cose più sensate che sentirai su come creare una campagna pubblicitaria di successo. Perché ci sono diversi elementi che entrano in gioco quando ti accingi a fare pubblicità.

I nostri prodotti di stampa personalizzata vantano un mix di qualità alta e di prezzi a buon mercato. Importante perché, quando sei alle prime armi, non è secondario presentarsi bene ma senza impegnarsi in spese che poi non si possono sostenere. In questo sapere come copiare gioca un ruolo chiave. Di base sbagliare campagna significa perdere tempo e, quindi, soldi. Andando in scia a chi già fa bene questo lavoro si assottiglia il margine di errore. Ma entriamo nel vivo della questione.

Individuare il mercato di riferimento

Il primo passaggio per sapere come copiare in modo efficace nel marketing di stampa è non partire in quarta. Non spendere soldi né tempo se prima non ti sei chiarito esattamente quale sia il mercato di riferimento. Perché ogni nicchia la sue regole da seguire. Se non hai un posto nel mondo commerciale, il resto è solo fuffa.

Per capire in quale mercato operare, cerca in modo più definito possibile di trovare le risposte a queste domande:

  • Cosa vendo?
  • Perché compralo da me?
  • Chi credo sia l’azienda leader del mio settore?
  • Quali valori veicola il mio brand?

Questo brainstorming sulla tua identità aziendale dovrai declinarlo anche visivamente. Perché ci sono regole (non scritte) anche per ogni singolo settore. Un esempio? Se operi in un settore istituzionale come quello finanziario, di certo dovrai mettere da parte comunicazioni brillanti e linguaggi gergali. Le persone che ci si rivolgono, infatti, sono professionisti di una fascia d’età che inizia intorno ai 35 anni e che si aspettano una comunicazione tecnica e ben fatta.

Definire il target

Ora che hai capito qual è il tuo mercato, devi scoprire come copiare il pubblico di riferimento più giusto (quello che nel marketing si chiama “target”). E’ meno difficile del previsto. Prendi al risposta alla terza domande del punto sopra e studiati la sua realtà. Ti sarà così facile dedurre le persone a cui si rivolge. Punta sulle stesse e non ti sbaglierai. Forse non è bello a dirsi ma qualcuno ha già fatto il lavoro per te.

Stabilire gli strumenti da usare

Sai in quale mercato operi e a chi ti rivolgi. Come parlare al tuo pubblico? Considera che la risposta a questo quesito non è facile. La stampa personalizzata ha tantissime opzioni tra cui:

  • biglietti da visita;
  • flyer;
  • volantini;
  • cataloghi;
  • manifesti;
  • roll-up.

Non puoi fare tutto, anche perché sarebbe troppo costoso, e sparare nel mucchio non è mai stato producente. Devi scegliere e come farlo bene se non imparando come copiare anche questo punto? Continua a tenere in mano l’analisi dell’azienda leader e studia le campagne che fa, cosa usa. Attenzione però. Qua andrebbe fatto uno studio storico perché un leader può di certo permettersi una pubblicità diversa da te. Inutile andare a fare cartellonistica in tutt’Italia se non hai i soldi.

Un esempio di case history di successo nell’uso della stampa personalizzata? La nota casa editrice Minimum Fax, ormai attiva anche sul lato cinematografico, ha iniziato a vendere i suoi prodotti solo alle fiere investendo molto su stand ben fatti e materiale informativo di qualità come volantini e cataloghi.

Copiare i linguaggi efficaci

Una volta stabilito il mix di strumenti di marketing di stampa più giusti per la pubblicità non hai ancora finito. Cosa ci scrivi sopra? Qua si complica il concetto di sapere come copiare. Devi partire sempre dal lavoro del leader di settore ma mettendoci del tuo. Un po’ come quando da bambino prendevi spunto dal tema di un compagno più bravo, usalo lo sprint per superare l’empasse della pagina bianca ma poi è essenziale andare per una tua strada. L’italiano, per fortuna, è una lingua piena di sinonimi ed opportunità. Datti da fare o avvaliti delle consulenze di un esperto di content managing.

Cercare una propria identità

Ecco perché questa guida su come copiare in modo efficace in pubblicità si chiude nella tua identità. In un mondo in cui le offerte sono tantissime, anche solo una virgola può fare la differenza e… differenziarti. Un esempio?

L’uso grafico di font è un’idea ancora poco battuta, nonostante la Coca-Cola ci abbia costruito un impero sopra. Un testo, oltre che persuasivo, ha l’obbligo di essere seduttivo. Solo così potrai superare la coltre di indifferenza che regna nel pubblico sovraesposto alla promozioni.

Come copiare in modo costruttivo ora lo sai. Come farne concretamente tesoro te lo mostriamo noi invitandoti a visitare la pagina dei prodotti nel nostro sito. Gli sconti non mancano.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Back To Top