skip to Main Content

Astri nascenti della pubblicità: 11 nomi da seguire per l’ispirazione creativa

Astri nascenti della pubblicità

Astri nascenti della pubblicità? In molti già li seguono. Perché sono giovani talenti che portano idee fresche a chi cerca ispirazione creativa. Se hai un’azienda, se sei un freelance o anche se possiedi un semplice negozio, hai bisogno di farti notare dai clienti. Hai bisogno di essere originale.

Lo spiegano tutti i guru del Marketing. Viviamo in un’epoca in cui siamo sovra-stimolati di pubblicità. La nostra reazione a tutte queste informazioni non richieste è la difesa. Quale? Tendiamo ad avere una soglia d’attenzione molto bassa su quello che ci viene comunicato. Non solo. Memorizziamo solo il 30% di quel che vediamo durante la giornata per evitare di appesantirci.

Ecco che si spiega quanto ti serva l’originalità nella pubblicità. Che tu debba fare volantini efficaci, flyer o porta card per hotel o anche che tu debba ideare gadget diversi come le penne personalizzate originali devi fare in modo di farti notare.

Se sei a secco di idee, non ti disperare. Guarda cosa fanno e cosa dicono questi astri nascenti della pubblicità e sarai… salvato!

Erik Ström

Il 26enne è un regista di Round & Round. S’è fatto notare tra gli astri nascenti della pubblicità per una campagna in cui cercava writer americani. Il titolo era “The Great Trump Escape” e invitava i creativi statunitensi a scappare in Svezia perché frustrati dal nuovo Presidente.

Oltre al lavoro visual, pubblica una rivista sul Bandy, uno sport invernale sul ghiaccio da noi praticamente sconosciuto. 

Kelsey Wilkins

Non ha ancora compiuto trent’anni e lavora da Swift dal 2015 dove è una senior writer. E’ diventata famosa da quando si occupa della comunicazione per Adidas.

Il lavoro più famoso della Wilkins è uno spot per Adidas Football, dove sfata luoghi comuni su come dovrebbe essere l’abbigliamento sportivo femminile.

Niani Tolbert

E’ la fondatrice dell’agenzia pop-up shop Creative CNTRL di Brooklyn, specializzata in brand activation nel settore retail.

Lo scorso maggio, l’agenzia è stata il principale operatore retail per il negozio U by Kotex Period, il primo negozio al mondo dedicato alle mestruazioni.

La compagnia ha collaborati anche con marchi quali Yeezy Organic Valley, Ben’s Cookies e Everlane.

I-Ping Chiang

Questa giovane guru del Marketing è la punta di diamante di Cramer-Krasselt. Nikon, NYRR, Benihana e Stop&Shop.

Ha realizzato slogan anche in proprio, creando la “Tortilla Towel”, cioè un asciugamano che sembra una tortilla. Questo lavoro ha avuto grande eco comparendo sulla CNN, Eater, New York Magazine e in rete.

Lauren Riddoch e Andrea Knowles

Questa coppia di ragazze lavora alla DDB di Chicago. S’è distinta sui social network grazie alla stupefacente campagna Facebook Canvas di McDonald’s. La Riddoch e la Knowles agiscono di concerto e fanno un costante brainstorming sulle loro scelte.

Il mondo digitale le associa al nostro Monopoli che, tra soldi e storiche via del gioco da tavola, rappresenta iconograficamente la creatività giovane di una pubblicità efficace.

Alan Jones e Angelo An

Tra gli astri nascenti della pubblicità questo è un duo creativo in forza alla M&C Saatchi London dal 2015 dopo che aveva lavorato insieme per quattro anni alla FCB Auckland in Nuova Zelanda.

Quest’anno c’è stata la consacrazione grazie a BackMeUp, un’app assicurativa di Ageas rivolta ai giovani. Nello spot si gioca sul fatto che i giovani privi di assicurazione sono di solito coloro che più ne hanno bisogno.

Lo spot è stato nominato come uno tra le “sei migliori pubblicità che non avete visto quest’anno ” da “The Copyranter” Mark Duffy. David Reviews gli ha dato 5/5.

Dan Drullinger

Questo giovane guru del Marketing non si limita a seguire soltanto la strategia per i clienti ma contribuisce anche alla creazione d’idee per aiutare la compagnia a ottenere nuovi contratti.

Un esempio? Il suo slogan “Domestic. Not Domesticated” ha aiutato GSD&M a diventare agenzia di riferimento di Dodge ed è diventato lo slogan ufficiale del marchio.

Drullinger è stato promosso da strategist a senior strategist nell’ottobre 2016.

Kelsie Clegg

Forse è il nome numero uno degli astri nascenti della pubblicità. Recentemente è stata votata “MVP” (cioè “Most Valuable Professional”) per la campagna “Collective Project di Microsoft che ha fruttato all’Agenzia un Leone d’oro e uno di bronzo al Festival internazionale della pubblicità di Cannes.

Ora ha dichiarato di stare su un progetto per l’organizzazione non-profit Susan G. Komen. Si tratta di una campagna, “More Than Pink”, che ha raccontato la storia di un padre e di una figlia affetta da cancro con un video PSA (Public Service Announcement).


Jack Jensen

Questo talento della R/GA è legato al mondo dello sport. Con Nike Basketball ha vinto molti premi ed è famoso per alcuni spot ironici in cui chiama grandi star ad improbabili performance sotto canestro. Non solo.

Jensen ha creato un avvincente film per “The Rec League”, con il saltatore in alto Williams (soprannominato “Slow Clap”) che mostra la dedizione dell’atleta alla causa.

Allora? Che viaggio è stato? Ti sei fatto ispirare da questi astri nascenti della pubblicità? Ora fatti un giro sul nostro sito. Potrai vedere tutti i prodotti di stampa che puoi realizzare con noi e le promozioni attive su di essi.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Back To Top